A- A+
Esteri
Ucraina, Macron e Scholz vanno da Putin. Ma Schroder entra nel cda di Gazprom

Macron prima e Scholz poi da Putin e da Zelensky

Tutto pronto per la visita a Mosca di Emmanuel Macron e Olaf Scholz. Spiega il Corriere della Sera che "quando si sono parlati al telefono giovedì, Putin ha detto a Macron che lo aspetta per avere una «conversazione di sostanza» con lui perché è «un interlocutore di qualità», riferiscono fonti dell’Eliseo. Così il presidente francese lunedì volerà a Mosca per incontrare il capo di Stato russo, un lungo colloquio con conferenza stampa e cena di lavoro. Il giorno dopo, martedì 8 febbraio, Macron andrà a Kiev a incontrare—per la prima volta — il presidente ucraino Volodymyr Zelensky".

Sempre il Corriere sottolinea che "la missione di Macron sarà seguita, una settimana dopo, da un analogo viaggio del cancelliere tedesco Olaf Scholz, che andrà prima a Kiev (il 14 febbraio) e il giorno seguente a Mosca. È la riesumazione del «formato Normandia» (dall’incontro tra Francia, Germania, Russia e Ucraina nel 2014 in Normandia)". La diplomazia, insomma, prova a riprendere fiato.

Ma intanto è polemica su Schroder nel cda di Gazprom proprio durante il caso North Stream 2

L'ex cancelliere tedesco Gerhard Schroeder entra nel consiglio di amministrazione del gigante statale russo del gas Gazprom. Il nome del 77enne ex cancelliere socialdemocratico è apparso nella lista dei candidati approvati da Gazprom, che deve pero' essere ancora confermata alla prossima assemblea degli azionisti prevista a giugno. Subito è scattata la polemica. Schroder è già presidente del consiglio di amministrazione di Rosneft, la più grande compagnia petrolifera russa, e del comitato degli azionisti di Nord Stream 2, il controverso gasdotto russo-tedesco costruito anche da Gazprom.

La posizione pro-Cremlino dell'ex cancelliere ha turbato Berlino, soprattutto nel contesto delle tensioni tra Mosca e i paesi occidentali sull'Ucraina al punto che la deputata FDP Marie-Agnes Strack-Zimmermann ha reagito all'annuncio di Gazprom, chiedendo di mettere in discussione i privilegi di Schroder come ex cancelliere, compreso un ufficio e uno staff nel parlamento tedesco. Su Twitter, lo ha accusato di "danneggiare lo stato che dovrebbe servire" "lasciandosi pagare profumatamente da un autocrate".

La Germania coopera strettamente con la Russia nel campo dell'energia. Attualmente, il paese importa il 55% del suo gas dalla Russia. Ma Berlino vuole ora sviluppare la costruzione di terminali GNL per importare gas liquefatto via mare, al fine di ridurre la sua dipendenza dal gas russo. Da notare anche che Schroder sostituisce Timur Kulibayev, un influente genero dell'ex presidente kazako Nursultan Nazarbayev, che è stato membro del consiglio di Gazprom per un decennio.

LEGGI ANCHE:

Fi, Berlusconi: "Chiamai io Mattarella per invitarlo al bis". Su Casini...

Quirinale, Draghi decisivo per silurare la Belloni. Il clamoroso retroscena

La Lancia Flaminia ha accompagnato il Presidente della Repubblica Mattarella

Commenti
    Tags:
    gazprommacronputinscholzschroderucraina





    in evidenza
    La sua prima volta senza la Formula 1? Cos'ha fatto la star di Sky Sport

    Nostalgia Masolin

    La sua prima volta senza la Formula 1? Cos'ha fatto la star di Sky Sport

    
    in vetrina
    Dal “quanto mi armi” di Zelensky a Salvini come Geolier: i meme più divertenti

    Dal “quanto mi armi” di Zelensky a Salvini come Geolier: i meme più divertenti


    motori
    Lamborghini la rivoluzione sostenibile: un futuro di Innovazione e tecnologie

    Lamborghini la rivoluzione sostenibile: un futuro di Innovazione e tecnologie

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.