A- A+
Esteri
Ue, mossa contro Orban per la legge anti Lgbtq. Sospesi i 7,2 mld del Recovery

Ue, mossa contro Orban per la legge anti Lgbtq. Sospesi 7,2 mld di fondi

La guerra tra l'Ue e l'Ungheria di Orban prosegue senza esclusione di colpi. La Commissione ha deciso di sospendere il Recovery Fund, congelando i 7,2 mld di euro previsti dall'accordo. La mossa è dovuta al fatto che il premier ungherese ha deciso di tirare dritto e da oggi entrerà in vigore la legge anti Lgbtq. Le motivazioni ufficiose - si legge su Repubblica - fornite da Bruxelles per giustificare il “congelamento” del Piano ungherese fanno perno sulle garanzie insufficienti circa il corretto uso dei finanziamenti. Me è abbastanza evidente che c’è un filo invisibile e non dichiarato con il braccio di ferro politico che si è aperto negli ultimi mesi.

Resta il fatto - prosegue Repubblica - che la tempistica con cui si sta valutando il Recovery ungherese crea un collegamento con la lite in corso con Orbán. La Commissione nei giorni scorsi ha aperto la strada alla procedura d’infrazione contro Budapest per la nuova normativa anti-gay che Von der Leyen ha definito una «vergogna». Due settimane fa, poi, il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, ha inviato una lettera alla Commissione chiedendo di sospendere i fondi a favore dell’Ungheria (compreso il NextGenerationEu) in applicazione del nuovo regolamento comunitario che introduce tra le condizionalità il rispetto dello Stato di diritto.

Commenti
    Tags:
    ueungheriaorbanrecovery fundrecovery sospeso ungheriaorban lgbtqlegge anti lgbtq ungheriacommissione europea
    in evidenza
    Iodio, non solo nell'aria di mare Come alimentarsi correttamente

    La ricerca sfata i luoghi comuni

    Iodio, non solo nell'aria di mare
    Come alimentarsi correttamente

    i più visti
    in vetrina
    Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

    Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


    casa, immobiliare
    motori
    Citroen protagonista alle “giornate europee del patrimonio”

    Citroen protagonista alle “giornate europee del patrimonio”


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.