A- A+
Food
New York, allarme ostriche killer: sono contaminate da un batterio mortale

A New York è allarme per le ostriche contaminate da un batterio che può portare alla morte

E' allarme ostriche a New York, il paradiso americano dove il pregiato mollusco si può gustare - sia cotto che crudo - letteralmente ovunque, anche nei classici chioschi in strada. Nella Grande Mela, e in alcune zone del Connecticut, lo Stato a nord di New York, sono stati registrati diversi casi di contaminazione da vibrione, un batterio molto raro e letale che si trova in acqua salata e che ha già portato alla morte di tre persone.

Secondo quanto riportano i media statunitensi, il vibrione appartiene alla stessa famiglia del batterio che causa il colera. Può provocare febbre, diarrea, mal di stomaco e vomito, ma anche ferite cutanee, vesciche, ascessi e ulcere. La sintomatologia più grave comprende setticemia che può portare fino alla morte.  Il Cdc – il Centro per il controllo e la prevenzione delle malattie – ha stimato che una persona su cinque che viene infettata muore, ma molti dei sopravvissuti vanno incontro ad amputazioni degli arti. Nonostante questo, i ristoranti di New York non sembrano disposti a rallentare la vendita delle ostriche, che sono tra i vettori dell’infezione. Ma come si contrae questo batterio?

Le probabilità aumentano mangiando molluschi crudi o entrando in acqua con ferite aperte, incluso un semplice graffio. Ecco perché le autorità sconsigliano di fare il bagno nell'area di Long Island - l'isola situata di fronte agli stati di New York e Connecticut - a meno che non ci si fasci con delle bende. Sono in corso indagini per capire come abbia fatto il batterio a prolificare in quelle acque: potrebbe però essere colpa del surriscaldamento dovuto ai cambiamenti climatici.

Leggi anche: Pericolo zecca: dopo il morso si diventa allergici alla carne

Iscriviti alla newsletter
Tags:
batterionew yorkostrichevibrione




in evidenza
Affari va in rete

MediaTech

Affari va in rete


in vetrina
Il Roma Pride compie 30 anni: Annalisa madrina e Elly Schlein al corteo. FOTO e VIDEO

Il Roma Pride compie 30 anni: Annalisa madrina e Elly Schlein al corteo. FOTO e VIDEO


motori
Luca De Meo CEO Renault Group, la visione dietro l'Alpine A290

Luca De Meo CEO Renault Group, la visione dietro l'Alpine A290

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.