A- A+
Green
Bmw, 2.5mln di tonnellate di CO2 in meno grazie all'alluminio "verde"

Grazie alla partnership con Emirates Global Aluminium, BMW Group prevede di rifornirsi di alluminio prodotto con energia verde a lungo termine, con una riduzione di emissioni di anidride carbonica pari a circa 2,5 milioni di tonnellate entro il 2030. La produzione di alluminio è ad alto consumo energetico, ma utilizzando energia verde, come l’elettricità solare, è possibile ridurre notevolmente le emissioni di anidride carbonica.

Per questo motivo BMW Group prevede di rifornirsi di alluminio prodotto con energia verde a lungo termine, risparmiando circa 2,5 milioni di tonnellate di emissioni di anidride carbonica nei prossimi dieci anni, pari a circa il 3% degli obiettivi di anidride carbonica che il Gruppo ha fissato per la sua rete di fornitori.

Ega ottiene l'elettricità per produrre l'alluminio CelestiAL (inizialmente destinato solo a Bmw Group) dal Mohammed Bin Rashid Al Maktoum Solar Park situato nel deserto fuori Dubai, che nella fase finale di sviluppo è destinato a diventare il più grande parco solare del mondo. È gestito dalla Dubai Electricity and Water Authority, che fa certificare da terzi l'elettricità prodotta in modo sostenibile, garantendo che possa fornire all'EGA energia tracciabile e trasparente.

L'alluminio prodotto utilizzando l'energia solare viene poi lavorato nella fonderia di metalli leggeri dello stabilimento Bmw di Landshut per produrre componenti per la carrozzeria e per i propulsori, compresi quelli necessari per i motori elettrici.

L'approvvigionamento di 43.000 tonnellate di alluminio prodotto utilizzando energia solare, per un valore miliardario, fornirà quasi la metà del fabbisogno annuale della fonderia, e la produzione con energia verde produrrà un risparmio di circa 2,5 milioni di tonnellate di emissioni di CO2 nei prossimi dieci anni, equivalente a circa il tre per cento degli obiettivi di CO2 che il gruppo ha fissato per la sua rete di fornitori. “Aspiriamo ad aprire la strada alla sostenibilità e ad attuare i nostri obiettivi di sostenibilità in modo sistematico. Saremo in grado di raggiungere oltre il 50% dei nostri obiettivi di CO2 per la rete di fornitori, semplicemente utilizzando energia verde”.

L’uso dell’elettricità solare per la produzione di alluminio è un passo importante in questa direzione “, ha affermato il dott. Andreas Wendt, membro del consiglio di amministrazione di BMW AG responsabile degli acquisti e della rete dei fornitori. Abdulnasser Bin Kalban, amministratore delegato di EGA, ha dichiarato: “Siamo lieti di avere il BMW Group come nostro primo cliente per l’alluminio CelestiAL a basso tenore di carbonio di EGA. L’alluminio è leggero, resistente e infinitamente riciclabile. Questo è il motivo per cui svolge un ruolo così importante nello sviluppo di una società più sostenibile e nel rendere possibile la vita moderna. Ma è anche importante la sostenibilità della produzione dell’alluminio. L’alluminio solare è un passo nella giusta direzione: utilizza una fonte di energia naturale e abbondante nel nostro ambiente desertico per produrre un metallo vitale per il futuro del nostro pianeta “.

EGA è il più grande produttore al mondo di “alluminio premium” ed è stata la prima azienda con sede in Medio Oriente ad aderire alla Aluminium Stewardship Initiative. EGA fornisce al BMW Group alluminio primario dal 2013. Audi (che punta al “carbon zero” entro il 2050) ha lanciato un progetto di riciclo dell’alluminio negli stabilimenti di Ingolstadt e Neckarsulm, dove i reparti di pressaggio utilizzano alluminio riciclato per le componenti delle gamme Audi A3, A4, A5, A6, A7 e A8 e per le nuove e-tron ed e-tron Sportback. D’altra parte che l’alluminio abbia avuto una crescita esponenziale per il settore automotive è ormai un dato assodato. I risultati di un recente sondaggio confermano che l'alluminio, già materiale automobilistico in più rapida evoluzione, dovrebbe crescere fino a livelli di contenuto di 514 libbre per veicolo (PPV) entro il 2026, con un aumento del 12% rispetto ai livelli del 2020.

Il sondaggio, condotto dalla società di ricerca e consulenza statunitense Ducker Frontier, analizza le informazioni più recenti sul contenuto dei materiali per i veicoli leggeri nordamericani dell'intera catena del valore automobilistico, comprese le case automobilistiche ei loro fornitori. L'aumento del contenuto di alluminio nel settore dell'automotive è stato determinato dal suo crescente utilizzo nelle chiusure dei veicoli, nelle parti bianche e nelle applicazioni del telaio nei veicoli tradizionali, nonché dalla crescita delle piattaforme di trasmissione elettrificata e veicoli elettrici a batteria. Secondo un recente studio solo negli ultimi cinque anni utilizzo dell’alluminio sarebbe aumentato del 30% a vettura. I vantaggi del materiale sono ampiamente noti: è leggero e, se legato con elementi appropriati, molto resistente.

Può essere riciclato senza problemi e in modo efficiente dal punto di vista energetico, permettendo quindi un importante risparmio di risorse. Può essere lavorato in molti modi: colato, laminato, estruso e forgiato. L'alluminio viene utilizzato nella scatola della trasmissione e della frizione, per i pannelli della carrozzeria delle auto o come componenti estrusi per i sistemi di barre paraurti. “Anche noi in questi ultimi anni abbiamo potuto constatare attraverso nostri clienti, come il Gruppo Hydro, il Gruppo Constellium ed altri importanti players nel mercato globale degli estrusi di alluminio, che la domanda di fornitura per il settore automotive è in continua crescita”, dice Luca Lorini direttore commerciale di Turla Extrusion Plants RfK (Texp-Rfk), a Paderno Franciacorta, fondata nel 1967 e specializzata nella fornitura di impianti chiavi in mano per l’estrusione dell’alluminio.

Commenti
    Tags:
    bmwco2alluminio riciclato
    in evidenza
    Messi il Re Mida del calcio 110 milioni per tre anni al PSG

    Neymar superato da Leo

    Messi il Re Mida del calcio
    110 milioni per tre anni al PSG

    i più visti
    in vetrina
    Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

    Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


    casa, immobiliare
    motori
    Nuova C3 sostiene la strategia di espansione internazionale di Citroën

    Nuova C3 sostiene la strategia di espansione internazionale di Citroën


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.