A- A+
Green
Crisi, sempre più migranti in fuga dal clima: 250mln di sfollati entro il 2050

Cambiamento climatico e migrazioni: numeri e stime 

9,8 milioni di sfollati nella prima metà del 2020, secondo l'Internal Displacement Monitoring Centre (IDMC), 143 milioni di migrazioni interne entro il 2050, secondo la Banca Mondiale, tra le 200-250 milioni di persone costrette ad abbandonare la propria casa per motivi climatici entro trent’anni, secondo l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) e l’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (OIM). È questo il quadro presente e (prossimo) nel quale si inseriscono due fenomeni sempre più correlati: cambiamento climatico e migrazioni. Due lati della stessa medaglia, la causa e l’effetto di una crisi umanitaria e ambientale già in corso, sulla quale pesano diversi nodi, che rendono il quadro ulteriormente complesso. 

cambiamento climatici migranti 1
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cambiamento climatico e migrazioni: indeterminatezza giuridica e vulnerabilità 

Complessità che deriva in primis da uno stato di indeterminatezza giuridica. Migranti climatici, ecomigranti, rifugiati ambientali, o più semplicemente profughi, come definire chi migra a causa della crisi climatica? Stando alla Convenzione di Ginevra del 1951 i migranti ambientali non si configurano sotto la denominazione di “rifugiati”. Il “rifugiato” è infatti colui che “nel giustificato timore di essere perseguitato per ragioni di razza, religione, cittadinanza, appartenenza a un determinato gruppo sociale o per le proprie opinioni politiche, si trova fuori dello Stato di cui possiede la cittadinanza e non può o, per tale timore, non vuole domandare la protezione di detto Stato; oppure chiunque, essendo apolide e trovandosi fuori del suo Stato di domicilio in seguito a tali avvenimenti, non può o, per il timore sopra indicato, non vuole ritornarvi”. Una definizione che, pur offrendo assistenza e riparo– come sottolinea l'UNHCR- esclude i cambiamenti climatici tra le cause principali di spostamento. Inoltre, spesso le migrazioni avvengono all’interno dei confini nazionali, e non necessariamente verso l’estero, non soddisfando così uno dei prerequisiti della stessa dichiarazione.

cambiamento climatico migranti 2
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    cambiamento climatico migrazionicambiamento climatico migrazioni migranticambiamento climatico migrazioni migranti climatici
    in evidenza
    Gravidanza e bacio a Rosolino Fede Pellegrini, la verità

    La Divina vuota il sacco

    Gravidanza e bacio a Rosolino
    Fede Pellegrini, la verità

    i più visti
    in vetrina
    E-Distribuzione, il Paradiso Dantesco prende forma sulle cabine elettriche

    E-Distribuzione, il Paradiso Dantesco prende forma sulle cabine elettriche


    casa, immobiliare
    motori
    Volkswagen presenta la nuova Tiguan Allspace

    Volkswagen presenta la nuova Tiguan Allspace


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.