A- A+
Marketing
Marketing musicale: i 15 errori più gravi della storia, da Sanremo ai Beatles
Miley Cyrus in concerto: il prezzo dei biglietti per gli show live sta diventando un vero problema

Le decisioni più sbagliate nella storia della musica

 

La musica è principamente arte e quindi soggetta a valutazioni molto soggettive sul talento e le capacità dei vari interpreti e compositori. Tuttavia, la musica è “anche” un enorme business. Nonostante la fase storica decisamente difficile per il mercato discografico, che ancora sta cercando un modello idoneo per cavalcare la trasformazione digitale, a livello globale il business è stimato intorno ai 15 miliardi di euro. Quindi, oltre a bravi musicisti e cantanti intornati, è necessario anche chi si occupa di marketing e management, perchè le scelte sbagliate possono compromettere una carriera.

E, come vediamo in questa classifica, anche gli artisti più rinomati hanno commesso svarioni pazzeschi.

Marketing musicale: i 15 errori più clamorosi della storia


15) Il Festival di Sanremo, tra polemiche e successi mancati

Non sempre chi trionfa sul palco dell’Ariston poi conquista anche la vetta della classifica. Anzi, c’è chi pensa che andare male al Festival porti fortuna: chi lo spera è sicuramente Tananai, ultimo nel 2022, che sarebbe felice di replicare il successo avuto da due leggende come Vasco Rossi e Zucchero, arrivati a fondo classifica nei primi anni Ottanta. Vincere Sanremo non è affatto garanzia di successo, come dimostrano sia Tiziana Rivale (“Sarà quel che sarà”, 1983) che i Jalisse (“Fiumi di parole”, 1997), autentiche meteore. Non è infrequente che l’annuncio del vincitore susciti polemiche molto accese. Tra i casi più famosi, si ricorda il secondo posto di Elio & le Storie Tese nel 1996 con “La terra dei cachi”, dietro Ron & Tosca con “Vorrei incontrarti tra cent’anni”: secondo i rumors tra gli addetti ai lavori, la band milanese sarebbe stata penalizzata nonostante il verdetto favorevole della giuria. Nell’edizione 2010 fu addirittura l’orchestra del Festival a ribellarsi al verdetto: i musicisti lanciarono in aria i loro spartiti in segno di protesta contro l’annuncio dei primi tre classificati, ovvero Valerio Scanu sul gradino più alto del podio, il trio Pupo-Emanuele Filiberto-Luca canonici al secondo posto e il favorito Marco Mengoni solo terzo. 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
beatlesmarketing musicalemetallicanapsterprincerolling stonessanremosimple mindsthe verveu2

in vetrina
Annalisa, "la lingua era nella sua gola...". Quando ha rischiato di morire

Annalisa, "la lingua era nella sua gola...". Quando ha rischiato di morire


motori
CUPRA Born VZ: prestazioni elettriche senza compromessi

CUPRA Born VZ: prestazioni elettriche senza compromessi

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.