A- A+
MediaTech
Coaching, Davide Malaguti lancia il progetto "Coach4Charity". L'intervista

Davide Malaguti, formatore noto a molte imprese italiane per l’efficacia e l’innovazione della sua didattica, oggi è nuovamente in campo con una novità, in questo caso dedicata al sociale: Coach4Charity.

Davide Malaguti, tutti conoscono la sua attitudine alla formazione con una spiccata sensibilità verso la crescita della persona come elemento centrale della sua didattica, dobbiamo considerare questa come lo stimolo per la sua nuova iniziativa che mette insieme il miglioramento di un singolo individuo con l’aiuto a milioni di persone in stato di necessità? 

"Sicuramente. Per la prima volta una persona può raggiungere i propri obiettivi formativi e nello stesso tempo aiutare gli altri. Questo è lo scopo di questa mia nuova società. Anzi potremmo dire che lo scopo ultimo di questa ambiziosa iniziativa sia proprio quello di riuscire a trasformare il mondo, dato che assisteremo con molte risorse economiche fondazioni e associazioni che lavorano proprio a questo: un miglioramento globale della vita di tutti, ovunque essi si trovino".


Cosa si può fare per ottenere tutto ciò? 

"La mia idea partiva da una constatazione: nel mondo esistono tante personalità che formano o potrebbero formare in ogni settore della conoscenza umana e ci sono milioni di persone che vorrebbero essere raggiunte da questa formazione. Come metterle in contatto in uno scopo che abbia veramente l’obiettivo di aiutare non solo la persona formata ma tutti? La risposta, in apparenza semplice ma nella realtà molto sofisticata, è stata: Grazie alle nuove tecnologie e così ho avviato un percorso per realizzare questa piattaforma digitale. Consiste di varie innovazioni che, all’interno di una ‘app’ è capace di connettere il formatore VIP e la persona Fan. La mia domanda allora è stata: ma come ottenere da questo progetto il beneficio per tutti? Ho riflettuto e poi ho pensato che certamente ogni grande personalità accetterebbe di partecipare al sostegno di grandi progetti di solidarietà e, dato che molti già lo fanno, sarebbe ben lieto di lasciare il compenso, in tutto o in parte, a fondazioni o associazioni che si occupino di realizzare progetti sociali di proprio gradimento. Così è nata ‘Coach4Charity’, una società internazionale con scopi sociali, quella che viene normalmente indicata come ‘benefit company’. Molti imprenditori ed investitori italiani, persone molto più sensibili di quanto in genere si creda, sono già in prima linea con me per darmi una mano, e questo già mi rende molto onorato e molto grato".


Quale obiettivo si pone Coach4Charity? 


"A tutte le persone che partecipano al mio corso di Life Coaching ‘Dreams’ insegno a come utilizzare un utilizzare la metodologia SPEED, una metodologia che ho messo a punto negli anni e spiegata nel mio libro omonimo. Ora anch’ io, dopo tante soddisfazioni nel lavoro e nella mia vita familiare, ho ancora un altro grande sogno: vedere Coach4Charity nella classifica dei primi 20 donatori al mondo e che soprattutto aiuti e trasformi la vita di milioni di persone. Farò di tutto affinché questo avvenga".

Tags:
davide malaguti coach4charity
in evidenza
Berardi ciliegina dello scudetto Leao deve 20 mln allo Sporting

Le mosse del Milan campione

Berardi ciliegina dello scudetto
Leao deve 20 mln allo Sporting

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
Al via le consegne di Alfa Romeo Tonale

Al via le consegne di Alfa Romeo Tonale


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.