A- A+
MediaTech
Lucarelli picchiata, Facci: "Ha provocato, non è giornalista professionista"

Filippo Facci contro la Lucarelli: "Ha talento nel provocare incidenti. C'è una tendenza di certi colleghi a diventare una notizia non avendone trovate altre"

Selvaggia Lucarelli picchiata alla manifestazione No Green Pass a Roma non è un vittima innocente della violenza altrui ma una giornalista non professionista che ha provocato i manifestanti per fare scalpore: questa almeno è l'idea di Filippo Facci, editorialista di Libero, che rompe il muro di solidarietà alla giornalista aggredita al Circo Massimo.

Sabato 20 novembre, la Lucarelli si è recata alla manifestazione dei No Green Pass a Roma con mascherina, cappello e occhiali scuri, abbigliamento citato dalla giornalista come prova del fatto che fosse irriconoscibile. Tuttavia, fa notare Facci, la Lucarelli ha iniziato a intervistare chiunque le capitasse a tiro girando dei video col suo telefonino, facendo inevitabilmente cadere l'anonimato

“Non credo all’alibi che fosse irriconoscibile. Dubito che non l’avessero notata dopo che si era messa a fare tremila domande. Non è una giornalista professionista e difetta di esperienza. Ma nel provocare incidenti ha veri doni di natura”, attacca Filippo Facci.

“Ma a interessarmi, ora, è la tendenza di certi colleghi a diventare una notizia non avendone trovate altre. Nei contesti a rischio, un tempo, si inviavano cronisti strutturati che prendevano le botte come un incidente professionale, da nascondere, non da ostentare. Oggi, se c’è un’aggressione senza conseguenze, magari con immagini (ci sono sempre), nelle redazioni brindano a champagne”.

Un testimone: "La Lucarelli mente, ha fomentato odio"

A sostenere la tesi di Facci ci sono anche le testimonianze di alcuni presenti, come Marco Liccione, leader dei No Green Pass torinesi che dichiarato di aver visto la Lucarelli "fomentare odio". "La violenza non è mai giustificabile, ma Selvaggia Lucarelli ha mentito: la signorina non stava svolgendo il suo lavoro di giornalista ma fomentava l'odio. Io c'ero": ha dichiarato così in un video su Facebook Liccione, che sostiene di avere assistito all'aggressione.

"Stava insultando tutti coloro che incontrava al fine di arrivare ad atti ostili. L’ho visto con i miei occhi, l'abbiamo detto sul palco. Purtroppo ha beccato una persona esasperata", aggiunge Liccione invitando la Lucarelli a "confrontarsi pubblicamente, in modo civile e democratico".

LEGGI ANCHE: Lucarelli picchiata, il suo aggressore è un pugile che aveva violato la quarantena mentre era positivo al Covid


 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    filippo faccino green passselvaggia lucarelli
    in evidenza
    Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

    Corporate - Il giornale delle imprese

    Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

    i più visti
    in vetrina
    Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

    Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali


    casa, immobiliare
    motori
    Nuova KIA EV6: arriva in Italia la rivoluzione elettrica coreana

    Nuova KIA EV6: arriva in Italia la rivoluzione elettrica coreana


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.