A- A+
MediaTech
Netflix, non solo serie tv: da Summer Job ad Alex Schwazer nel 2023

Netflix lancia il reality Summer Job. Non solo serie tv e film. L'intervista a Giovanni Bossetti (manager per i contenuti italiani no fiction)

"Summer Job è il primo reality originale italiano per Netflix. L'idea di base è prendere 10 ragazzi tra i 18 e i 23 anni a cui abbiamo fatto credere che avrebbero partecipato a un altro tipo di reality con scopo principale di divertirsi. Una volta trovato il nostro cast li abbiamo portati in una bellissima villa in riva all'oceano nella riviera Maya, gli abbiamo fatto vivere 24 ore di vacanza... per svegliarli la mattina dopo alle sei rivelandogli che quella vacanza aveva un costo e per restare all'interno di Summer Job avrebbero dovuto lavorare", spiega ad Affaritaliani.it, Giovanni Bossetti, manager per i contenuti italiani non fiction di Netflix.

Che spaccato esce dei giovani che si trovano per la prima volta faccia a faccia con una realtà lavorativa che non conoscono?
Per mia esperienza personale, visto che ero lì quando abbiamo girato, ho osservato con molta tenerezza questa generazione. Perchè da una parte hanno immagine anche aggressiva a volte, molto forte. Sono cresciuti con la consapevolezza anche del potere che ha l'immagine. Hanno quest'apparenza, poi però sono strati che si svelano molto velocemente, soprattutto in una situazione come questa dove sono messi alla prova. E li ho trovati quasi più indifesi di come eravamo noi. E' una generazione che vive una realtà più complessa di quella che vivevamo noi e che parte 'armata' per affrontarla. Forse non sempre con le armi giuste. Però poi, messa alla prova, tira fuori la forza di avere quell'età lì, di fare gruppo, buttarsi in esperienze nuove e provare a cimentarsi in qualcosa che non conosce.

Netflix viene identificata per grandi serie tv e film. Cosa vi ha portato a puntare su un reality più... sociale?
E' vero che nasce ed è fortissima nello script legato alle serie tv, ma l'offerta 'no fiction' va sempre più a comporre il bouquet di ogni Paese. I miei colleghi americani e inglesi hanno iniziato prima di noi e hanno già un roster di titoli che cresce e arriva a seconde e terze edizioni. Secondo me è importante: nel momento in cui ti poni come un servizio che ha lo scopo di intrattenere le persone, hai la possibilità di variare anche il tipo di contenuti che ci sono. Poi, in qualche modo, scegliere Summer Job, è stato un modo per noi per cercare di instaurare una risonanza con cose che avevamo già fatto: Netflix Italia è partita da serie script indirizzate a un pubblico più giovane, o che aveva al centro dei protagonisti più giovani. Raccontati in maniera diversa"

Quindi partendo da Summer Job... dove volete andare nel 2023 seguendo questa strada?
L'offerta no fiction si sta affacciando adesso... Io mi occupo anche della parte legata ai documentari, SanPa (su San Patrignano del 2020, ndr) è un punto originario per noi. Dove vogliamo andare? Continuare a proporre titoli che incontrano il favore degli abbonati, l'anno scorso abbiamo lanciato un programma con Cattelan, poi c'è stato Wanna.. La volontà è di continuare a lavorare su un'offerta sorprendente. Non continuare a fare le stesse cose. Chiaro che un genere come la 'script' ti permette, in caso di successo, di costruire una fidelizzazione: sono formati che per natura tendono a essere replicati e avere altre stagioni. Per le serie documentario è più difficile. L'auspicio che mi faccio è di avere un'altra stagione di Summer Job. Anticipazioni? C'è un 2023 già pronto e arriverà una serie docu sul caso Alex Schwazer che è un modo per noi di raccontare una vicenda sia sportiva che umana"

SUMMER JOB - Il primo reality show italiano di Netflix disponibile dal 16 dicembre

Il 16 dicembre debutta su Netflix, in tutti i Paesi in cui il servizio è attivo, Summer Job, il primo reality show italiano, prodotto da Banijay Italia.

10 i giovani che prenderanno parte al reality: Angelica, Gian Marco, Lavinia, Marina, Matthias, Melina, Pietro, Pit, Samuele e Sofia. I partecipanti saranno accompagnati da Matilde Gioli, che li guiderà e supporterà nel superare le numerose sfide che dovranno affrontare durante gli 8 episodi.

10 concorrenti tra i 18 e i 23 anni vengono scelti per trascorrere una vacanza da sogno in una villa paradisiaca in Messico, sulla riviera Maya. Feste e divertimento sembrano l’unica cosa a cui dovranno pensare. Quello che non sanno, però, è che, per continuare l’avventura e vivere la vacanza più incredibile della loro vita, dovranno fare qualcosa che non hanno mai fatto in vita loro: lavorare. Dopo le prime 24 ore in cui potranno godersi tutti i comfort messi a disposizione, scopriranno infatti che tutto ha un costo e che per vivere un’avventura esotica da sogno il prezzo da pagare sarà affrontare la loro prima esperienza lavorativa. Per raccogliere il budget settimanale e continuare il divertimento, dovranno lavorare in alcune delle attività locali della riviera sotto la supervisione e il giudizio di boss molto esigenti. Divisi in gruppi da 2 o 3 persone ciascuno, si cimenteranno, ogni settimana, in diversi summer jobs (camerieri/e, assistenti al rifugio per animali, addetti/e alla manutenzione e al giardinaggio…). Coloro i quali non porteranno a termine il lavoro assegnatogli dal datore di lavoro o non lo faranno con impegno e dedizione, non riceveranno la busta paga a fine settimana e saranno a rischio eliminazione. Alla fine un solo vincitore si aggiudicherà il montepremi che partirà da 100.000 euro e potrà ridursi o crescere, nel corso del reality, in base alle scelte fatte dai ragazzi.   

Romina Ronchi è capo progetto del reality show, diretto da Angelo Poli e scritto da Sonia Soldera, Giovanni Piccione, Marco Cappellini con Marco Matteo, Stefano Martinelli, Gabriella Nocera, Alessandro Tassone.

Summer Job, il trailer del reality di Netflix

Iscriviti alla newsletter
Tags:
netflixsummer job





in evidenza
Lavoro forzato al capolinea: c'è il divieto Ue di vendere merce prodotta con lo sfruttamento

Politica

Lavoro forzato al capolinea: c'è il divieto Ue di vendere merce prodotta con lo sfruttamento


in vetrina
Djokovic re del tennis e del vino: "Produciamo syrah e chardonnay"

Djokovic re del tennis e del vino: "Produciamo syrah e chardonnay"


motori
Citroen nuovo Berlingo, nato per facilitare la vita quotidiana

Citroen nuovo Berlingo, nato per facilitare la vita quotidiana

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.