A- A+
MediaTech
Rai, giornalisti del TGr bocciano ancora il piano editoriale di Casarin
Alessandro Casarin

Rai, conflitto tra direttore e redazione: i giornalisti del TgR bocciano per la seconda volta il piano editoriale di Casarin

Casarin non convince la sua direzione. Arriva la seconda bocciatura dai giornalisti della TgR per il piano editoriale del direttore Alessandro Casarin. Numeri alla mano, la bocciatura suona ancora più forte rispetto a quella di tre settimane fa, il 21 gennaio, e non può far altro che indebolire la posizione dello stesso Casarin.

Rimasto sostanzialmente invariato il numero dei votanti (697 contro 700 della prima volta), i no questa volta sono stati 524, pari al 78,2% dei voti, 14 in più rispetto alla prima consultazione (i sì sono scesi a 146 dai 160 iniziali, le schede bianche sono state 25, le nulle 2).

É un “segnale inequivocabile”, scrivono i Cdr della testata e l’UsigRai in una nota congiunta, nella quale invitano lo stesso Casarin e i vertici Rai a fare delle valutazioni. “Il doppio voto negativo dimostra che la fiducia delle redazioni nel direttore è compromessa”, aggiungono, richiamando ancora le violazioni contrattuali e delle relazioni sindacali che più volte l’UsigRai ha lamentato nei rapporti con l’ad Fuortes.

In modo netto, si sottolinea poi che il giudizio non è dipeso solo dal taglio dell’edizione nottura della Tgr, ma anche dal piano editoriale di “appena 9 pagine, senza contenuti editoriali, ripresentato identico a quello già largamente bocciato dalle redazioni”.

 

Leggi anche:

Amadeus, la rivelazione di Claudio Cecchetto: "Assunto grazie a una bugia"

McDonald's prende casa nel metaverso, si potranno ordinare hamburger e Coca

Zona Bianca passa alla domenica, è sfida nel prime time tra Brindisi e Giletti

 

Commenti
    Tags:
    casarinraitg notturnitgrusigrai





    in evidenza
    La scollatura a V di Elodie incanta il Festival di Cannes 2024

    Guarda le foto

    La scollatura a V di Elodie incanta il Festival di Cannes 2024

    
    in vetrina
    La voce di Robert De Niro nello spot elettorale di Biden: "Trump è un dittatore, vuole vendetta". VIDEO

    La voce di Robert De Niro nello spot elettorale di Biden: "Trump è un dittatore, vuole vendetta". VIDEO


    motori
    Alpine, cresce la gamma A110, con le nuove A110, A110 GT e A110 S

    Alpine, cresce la gamma A110, con le nuove A110, A110 GT e A110 S

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.