A- A+
MediaTech
Samsung: ecco le tecnologie inclusive nella didattica per bambini dislessici
Samsung, convegno ''Strategie e Tecnologie per l'Inclusione'' presso la Smart Arena al Samsung District.

Samsung, al Samsung District ''Strategie e Tecnologie per l'Inclusione''

 

 

Samsung promuove le tecnologie inclusive nella didattica per bambini dislessici e ospita presso la Smart Arena  ''Strategie e Tecnologie per l'inclusione'', il convegno promosso da AID (Associazione Italiana Dislessia), FID (Fondazione Italiana Dislessia) e Comune di Milano, per parlare di Dislessia a scuola e nel mondo del lavoro.

 

La dislessia rientra tra i DSA, i Disturbi Specifici dell’Apprendimento, riconosciuti da una legge (la n. 170 dell’8 ottobre 2010) che li definisce, tutela il diritto allo studio dei ragazzi con dislessia e dà alla scuola alcune linee guida per riflettere sui metodi di insegnamento.

 

In Italia circa il 3% di bambini e ragazzi è dislessico, quindi al convegno si è discussa la garanzia del diritto allo studio e la loro successiva inclusione nel mondo del lavoro. Per creare un luogo di confronto sui progressi fatti fino ad oggi, a partire dalla didattica inclusiva nelle scuole primarie, Samsung ha riunito a Milano educatori, esperti e rappresentanti delle principali associazioni attive nell' ambito dei DSA.

 

 

Samsung, tecnologie di supporto alla didattica dei ragazzi con dislessia

 

 

Durante il convegno, supportato anche da ''Una città che scrive'', premio letterario con una sezione speciale sulla dislessia, è emerso come la scrittura possa rappresentare un riscatto nonostante le difficolta' iniziali di apprendimento, come testimoniato anche da Ugo Falace, dislessico e fondatore del Centro Leonardo Education, e Mirco Cagni, studente e progettista di droni.

 

La tecnologia, dunque, potrebbe diventare strumento d’inclusione per eccellenza sia a scuola sia nel mondo del lavoro, grazie allo sviluppo di nuove strategie di apprendimento e nuovi strumenti, come il font ad alta leggibilita' EasyReading, promosso durante il convegno e già adottato da alcune case editrici.

 

Tra i relatori, Pierfrancesco Majorino, Assessore per le Politiche Sociali, Salute e Diritti del Comune di Milano, IBM Italia e Axia, tra le prime aziende italiane a dotarsi del marchio Dyslexia friendly.

 

 

Samsung, tecnologia a fianco di AID: le parole di Sergio Messina

 

 

Sergio Messina, neuropsichiatra infantile e Presidente di Associazione Italiana Dislessia (AID) ha dichiarato: “C’è ancora tanta strada da fare per l’inclusione scolastica e sociale dei ragazzi DSA, ma altrettanta ne abbiamo già percorsa come Associazione, conseguendo negli ultimi 20 anni di attività risultati fondamentali tra cui l’approvazione della legge 170/2010, la prima a riconoscere e a tutelare il diritto allo studio dei DSA anche attraverso l’utilizzo di strumenti compensativi”.

 

 

Tags:
samsungdislessiasamsung districtaidsergio messina
in evidenza
Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

verso un mondo più sostenibile

Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

i più visti
in vetrina
Covid-19, le regole europee per conviverci durante l’estate

Covid-19, le regole europee per conviverci durante l’estate


casa, immobiliare
motori
Ferrari 296 GTB: la prima berlinetta ibrida plug-in

Ferrari 296 GTB: la prima berlinetta ibrida plug-in


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.