A- A+
MediaTech
Stanzione attacca l'intelligenza artificiale, ma non si capisce su cosa

Il nuovo confuso attacco del Garante della Privacy Stanzione all'intelligenza artificiale

Pasquale Stanzione è il presidente della Autorità per la privacy e da qualche tempo è balzato agli onori della cronaca per la sua crociata contro l’Intelligenza Artificiale. In verità non è che si capisce molto il ruolo di questa Agenzia visto che per fare qualsiasi cosa servono appunto i dati che del resto vengono rivelati anche al supermercato sotto casa. Diciamo che da quando c’è l’Agenzia occorre schivare in continuazione le richieste di cookie e contro-cookie per entrare in qualsiasi sito, producendo una notevole perdita di tempo. Insomma un vero flagello digitale che in nome della privacy ci chiede continuamente di acconsentire o no.

LEGGI ANCHE: "Intelligenza Artificiale? Una minaccia", ma nascono Pc con cellule cerebrali

Quando invece ci sono problemi reali, tipo garantire l’anonimato su Google, il percorso è complesso e difficile e quasi sempre si risolve in un nulla di fatto. Ma questo fa parte dell’evoluzione della “burocrazia ostativa” che caratterizza particolarmente l’Italia.

LEGGI ANCHE: Palinsesti Rai: Maggioni al posto della Annunziata. Report trasloca. Balivo...

Qualche tempo fa il Garante si è distinto per l’eccessivo zelo ed ha bloccato – siamo stati i primi al mondo - ChatGpt, cioè l’applicazione più famosa della Intelligenza Artificiale, che deve spaventare particolarmente Stanzione. La motivazione è che i dati dell’utente non sarebbero stati al sicuro e così ha bloccato tutto fortunatamente solo per qualche tempo, date le proteste che erano sorte da parte di utenti e dal mondo scientifico.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
garante della privacyintelligenza artificialeprivacy





in evidenza
Branchetti scalda l'estate di Canale 5. Monica Maggioni nel prime time di Rai3

Talk e programmi d'informazione, novità e debutti a sorpresa

Branchetti scalda l'estate di Canale 5. Monica Maggioni nel prime time di Rai3


in vetrina
Carrefour si conferma azienda inclusiva: premiata per la parità di genere

Carrefour si conferma azienda inclusiva: premiata per la parità di genere


motori
Nuova MINI Cooper 5 Porte: innovazione e stile in dimensioni compatte

Nuova MINI Cooper 5 Porte: innovazione e stile in dimensioni compatte

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.