A- A+
Medicina
Ameba mangia cervello, dove si trova e come proteggersi

Ameba mangia cervello, tutto quello che c'è da sapere. Le raccomandazioni di Bassetti

L'ameba mangia cervello comincia a far paura. Negli Stati Uniti, e più precisamente in Georgia, una persona è morta proprio a causa di questo organismo unicellulare. La vittima, come conferma il Dipartimento della Salute americana, è stata infettata da Naegleria fowleri. Appena 10 giorni in fa in Florida un 14enne era stato colpito dalla stessa ameba mangia cervello e sebbene sia sopravvisuto è rimasto paralizzato.

Ameba mangia cervello come si prende

Stando alle analisi delle autorità sanitarie l'uomo si sarebbe infettato facendo un bagno in un lago o uno stagno. La Naegleria fowleri infatti non si trova nell'acqua salata e nemmeno nell'acqua potabile e nelle piscine se adeguatamente trattate.

Leggi anche: Brasile, ragazzo friulano muore dopo essere stato punto da una zanzara

"Solo circa tre persone negli Stati Uniti vengono infettate ogni anno, ma queste infezioni sono generalmente fatali", affermano gli esperti. Tra il 1962 e il 2021 si sono regisrati 154 casi di infezione da ameba mangia cervello e solo 4 sono sopravvisuti.

Ameba mangia cervello sintomi

L'ameba mangia cervello distrugge il tessuto celebrale provocando un gonfiore dell'encefalo che di solito porta al decesso. "L’amebiasi può avere anche localizzazione addominale, oltre che cerebrale. - sottolinea Matteo Bassetti, direttore della Clinica Malattie Infettive del San Martino a Genova intervistato dal Quotidiano Nazionale - Naturalmente queste infezioni corrono anche in rapporto allo stato immunodepressivo del paziente. Questo micro-organismo è abbastanza frequente nei paesi in via di sviluppo".

Leggi anche: Epatite C, per difendersi dalla malattia anche social ed influencer

"Bisogna sapere che la cosiddetta ameba mangia cervello esiste ma non è così frequente. In passato abbiamo visto episodi anche in Italia. Ma non ne farei un caso. Piuttosto, bisogna investire di più sulla conoscenza".

"Ancora oggi – afferma il microbiologo– il 90% delle malattie infettive è sconosciuto. Percentuale che vale sicuramente per alcune parti del mondo, come ad esempio l’Africa. Penso ai vermi di mammut liberati dallo scioglimento del permafrost in Siberia e tornati a vivere dopo 46mila anni. Servono investimenti più importanti sulla ricerca. In futuro potremo riportare in vita anche virus di milioni di anni fa. Questo ci può consentire di studiare un mondo di cui non sappiamo ancora nulla".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
ameba mangia cervello




in evidenza
Affari in Rete

Esteri

Affari in Rete


in vetrina
Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico

Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico


motori
Miki Biasion prova la nuova Lancia Ypsilon Rally 4 HF

Miki Biasion prova la nuova Lancia Ypsilon Rally 4 HF

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.