A- A+
Medicina
Asma: i malati crescono per colpa di una cattiva abitudine, come proteggersi

I casi di asma a livello globale sono in aumento. Gli esperti ritengono che la causa sia il troppo tempo trascorso in luoghi chiusi e altre cattive abitudini - Salute e benessere

L'asma è una malattia molto diffusa ma ancora sottovolutata. L'allarme è stato lanciato questo martedì durante la 25esima giornata mondiale dedicata a questa patologia promossa dalla Global Initiative for Asthma (Gina). Si stima che ci siano 3 milioni di asmatici in Italia e 30 milioni in Europa ma i casi potrebbero essere anche molti di più. La Gina infatti ritiene che 300 milioni di persone nel mondo soffrano di tale patologia contro le stime dell'Oms che si fermano a 100-150 milioni. L'unica cosa certa è che i soggetti affetti da asma sono in crescita.

Asma sintomi: in cosa consiste la malattia - Salute e benessere

L'asma si presenta come un'infiammazione cronica delle vie aeree che aumenta la responsività bronchiale. Questa a sua volta causa i cosiddetti attacchi d'asma, respiro sibilante, tosse e un senso di costrizione a livello toracico. Durante queste crisi respiratorie, che possono essere improvvisi o graduali, i sintomi dell'asma peggiorano così come la funzionalità respiratoria.

Asma, si muore? i decessi sono circa 180mila l'anno, soprattutto tra i bambini - Salute e benessere

Molti sottovalutano la pericolosità dell'asma che secondo i dati dell'Oms provoca circa 180mmila morti l'anno. L'Istat ha stimato che in Italia i decessi siano circa 500 l'anno, ovvero 2 ogni 3 giorni. La malattia inoltre è presente più nelle zone mediterranee rispetto a quelle continentali e la sua incidenza cresce con l'aumentare della temperatura media e il diminuire dell'escursione termica. Questo significa che i Paesi tropicali sono quelli più a rischio. Inoltre, si tratta di una malattia particolarmente pericolosa per i bambini. Si ricorda che per l'asma per esiste una cura definitiva ma solo trattamenti per allegerire i sintomi.

Asma cause: troppo tempo in luoghi chiusi, obesità e poco esercizio fisico favoriscono la malattia - Salute e benessere

Gli esperti hanno riscontrato che in Europa occidentale il numero di persone asmatiche è raddoppiato. Negli Stati Uniti i malati sono cresciuti del 60% ma il tasso di mortalità secondo i dati del National Institute of health (Nih) è passato dal'8,2% del quinquennio 1975-79 al 17,9% del periodo 1993-95. Le possibili cause di questo trend sono da ricercare nei fenomeni di urbanizzazione e nell'aumento di densità delle persone nelle periferie. Il troppo tempo passato nei luoghi chiusi e senza ricircolo d'aria ci ha reso più sensibili a polveri e allergeni. A questo si aggiunge un ritardo nei trattamenti e una difficoltà d'accesso alle cure per larga parte della popolazione nei Paesi sottosviluppati.

Un'altra spiegazione è un aumento generalizzato dell'igiene nella zone più ricche del globo, che ha influito sulle capacità del sistema immunitario e involontariamente indotto una maggiore risposta allergica. Anche l'obesità e un ridotto esercizio fisico possono aver influito sulla diffusione dell'asma.

Asma e sport possono convivere, lo confermano gli esperti - Salute e benessere 

FederAsma, la federazione italiana dei pazienti, sottolinea comunque come con l'asma si possa convivere anche se si pratica sport. "Ne sono testimoni i campioni dello sport che pur convivendo con l'asma, hanno ottenuto grandi risultati nel nuoto, nello sci, nell'atletica. L'unica condizione è affrontare in modo serio questa patologia, che a volte si tende a sottovalutare", sottolineano gli esperti.

Commenti
    Tags:
    asmaasma consigliasma sintomiasma curaasma causeasma bronchialesalute e benessereasmatico sintomiasma cause e cureattacco d'asma cosa fare
    in evidenza
    Messi il Re Mida del calcio 110 milioni per tre anni al PSG

    Neymar superato da Leo

    Messi il Re Mida del calcio
    110 milioni per tre anni al PSG

    i più visti
    in vetrina
    Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

    Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


    casa, immobiliare
    motori
    SEAT MÓ eScooter 125: il primo motociclo elettrico della Casa di Barcellona

    SEAT MÓ eScooter 125: il primo motociclo elettrico della Casa di Barcellona


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.