A- A+
Medicina
Coronavirus: come gestire gli attacchi di panico? I corsi gratuiti di Eurodap

EURODAP (Associazione Europea Disturbo da Attacchi di Panico) propone corsi online gratuiti per gestire stress e paura derivanti dal Coronavirus, che possono condurre a veri e propri attacchi di panico

L’epidemia del Coronavirus non ha ancora raggiunto il suo picco ma ansia e stress dilagano già da tempo tra i cittadini italiani. E le conseguenze si fanno sentire anche sul piano fisico: la paura, che spesso si trasforma in vero e proprio panico, oltre ad avere ripercussioni psicologiche, contribuisce infatti ad abbassare le difese immunitarie.

“I soggetti più suscettibili allo stress in questo periodo sono quelli tra i 35 e i 55 anni, perché si devono preoccupare di organizzare figli e genitori anziani, e ovviamente gli anziani, che si sentono i più colpiti dal virus. Bambini e ragazzi invece non hanno un’alta percezione del rischio”, spiega Eleonora Iacobelli, psicologa, presidente Eurodap (Associazione Europea Disturbo da Attacchi di Panico), responsabile trainer del Centro Bioequilibreium.

“È lo spirito di autoconservazione che crea risposte di panico quando ci troviamo a dover affrontare una situazione che conosciamo poco - spiega l’esperta - L’attuale emergenza socio-economica e sanitaria crea punti di domanda e spesso puà capitare di lasciarsi influenzare da notizie non vere. Ciò non fa che aumentare lo stato di ansia e panico. Inoltre, il rischio percepito potrebbe essere maggiore o non aderente alla realtà perché amplificato da precedenti stati di agitazione, da cui derivano comportamenti impulsivi e abbassamento fisiologico delle difese immunitarie. Per di più la paura è contagiosa. I neuroni specchio ci espongono anche al contagio emotivo di malumori, stress, paura”.

Proprio per sedare ansia e paura l’Eurodap, insieme a Bioequilibrium, ha messo in campo un’iniziativa di supporto psicologico gratuito in via telematica per chiunque ne avesse bisogno. Gli incontri, che si svolgeranno sulla piattaforma Skype, in modalità individuale o di gruppo, avranno una durata di circa 15 minuti, e possono essere reiterati. Per aderire all’iniziativa e richiedere informazioni mandare una mail all’indirizzo: info@eurodap.it

Come gestire gli attacchi di panico durante il Coronavirus?

“La prima cosa da fare è cercare di mantenere un’aderenza alla realtà - prosegue Iacobelli - Non si deve negare l’emergenza ma è necessario ragionare con lucidità. Impedire alla paura d’intrudere nei nostri pensieri ci consente, inoltre, di acquisire informazioni valide e di non lasciarci influenzare dagli stati d’animo degli altri", continua Eleonora Iacobelli.

"È necessario poi tollerare le limitazioni imposte alla nostra libertà per salvaguardare la salute pubblica: se non si può lavorare da casa sarebbe bene concentrare le energie su ciò che ci piace fare, per migliorare la nostra formazione o per condividere tempo e attività con il partner e con i figli. Quando siamo sereni, infatti, il cervello produce dopamina ed endorfine, ormoni che aiutano a mantenere lo stato di benessere”.

Commenti
    Tags:
    coronaviruscome gestire gli attacchi di panico?
    Loading...
    in evidenza
    Wanda Nara, giungla "bollente" Foto che lasciano a bocca aperta

    Lady Icardi da sogno

    Wanda Nara, giungla "bollente"
    Foto che lasciano a bocca aperta

    i più visti
    in vetrina
    Meteo, c'è la data. Temporali e fresco tornano. Ecco quando

    Meteo, c'è la data. Temporali e fresco tornano. Ecco quando


    casa, immobiliare
    motori
    Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce

    Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.