A- A+
Medicina
Coronavirus, gli effetti devastanti sui polmoni: lo studio dello Spallanzani
Coronavirus

Coronovirus: studio dello Spallanzani sui primi pazienti in Italia conferma i gravi danni ai polmoni dovuti all'infezione. Le radiografie sarebbero scioccanti - Salute e benessere

L'infezione da Coronavirus (qui gli ultimi numeri sul contagio) non è assolutamente da sottovalutare e la conferma arriva da uno studio sugli effetti sui polmoni dovuti al contagio effettuato dai ricercatori dell'Istituto nazionale di malattie infettive Spallanzani di Roma sui primi contagiati in Italia. Il report, anticipato da La Repubblica e che sarà pubblicato sull'International Journal of Infectious Diseases, mostra le immagini scioccanti delle TAC e radiografie ai polmoni dei due turisti cinesi ospiti di un albergo di Roma.

Coronavirus: il decorso della malattia nei due pazienti cinesi - Salute e benessere

Nello studio, che risale al 9 febbraio, viene descritta la condizione medica dei due turisti cinesi: un uomo e una donna, rispettivamente di 67 e 65 anni, che erano in salute ma seguivano soltanto una terapia orale normalizzare l'ipertensione. A seguito dell'infezione da Coronavirus i due pazienti hanno riscontrato i sintomi della sindrome da distress respiratorio dell'adulto (ARDS). In quattro giorni si è arrivati all'insufficienza respiratoria e dopo altri due giorni i medici sono stati costretti a sottoporli a ventilazione assistita.

Danni ai polmoni da Coronavirus: lo studio - Salute e benessere

TAC e radiografie nei due pazienti affetti da Coronavirus mostravano "opacità del vetro smerigliato", ovvero i polmoni si erano riempiti di liquidi come pus, sangue e acqua. Questa condizione, che può aggravarsi nel corso della malattia,  è spesso associata ad un rigonfiamento dei tessuti molli, definito in ambito medico come consolidamento. Lo studio ha anche confermato un ispessimento dei vasi sanguigni verso i polmoni, che può portare ad insufficienza respiratoria.

"Danni ai polmoni da Coronavirus non sembrano permanenti" - Salute e benessere

C'è comunque una buona notizia. "Le lesioni ai polmoni generate dal Coronavirus non sembrano essere permanenti e la guarigione si presenta completa", ha affermato Giuseppe Ippolito, direttore scientifico dell'Istituto Spallanzani, a Il Fatto Quotidiano. Detto questo resta fondamentale la prevenzione. Restare a casa è il modo migliore per evitare il contagio insieme ad altre precuazioni come igienizzare gli abiti e indossare le mascherine (ecco quando sono consigliate). Inoltre, si stanno facendo passi avanti in termini di cure e nella ricerca del vaccino.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    coronavirus polmonitecoronavirus effetti collateralicoronavirus sintomi e decorsocoronavirusspallanzani romapolmoni coronavirussalute e benesseredanni ai polmoni da coronavirusdanni polmoni coronavirus
    in evidenza
    E-Distribuzione celebra Dante Il Paradiso sulle cabine elettriche

    Corporate - Il giornale delle imprese

    E-Distribuzione celebra Dante
    Il Paradiso sulle cabine elettriche

    i più visti
    in vetrina
    Dati audiweb, Affaritaliani cresce ancora: ad agosto exploit del 40%

    Dati audiweb, Affaritaliani cresce ancora: ad agosto exploit del 40%


    casa, immobiliare
    motori
    Mercedes SLK festeggia ad ‘Auto e Moto d’Epoca’ i suoi 25 anni

    Mercedes SLK festeggia ad ‘Auto e Moto d’Epoca’ i suoi 25 anni


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.