A- A+
Medicina
Covid-19, vaccini efficaci e sicuri? Le domande più frequenti

Mai come quest’anno siamo stati informati, bombardati e forse anche un po’ “accecati” da mille notizie sui vaccini contro il Covid-19. Poche persone, se non i professionisti della sanità, conoscevano parole come molecola messaggero, retrovirus,  placebo, immunità di gregge. Adesso tutti sanno, più o meno, qualcosa su questi temi ma, la conoscenza sommaria ha portato, molto spesso, a confusione.

Vediamo di rispondere a qualche domanda grazie al contributo di esperti.

Ad esempio si parla molto di efficacia del vaccino. Adesso sembra essere un punto nodale. Quanti italiani, maschi, da giovani sono stati vaccinati  a militare con un vaccino di cui non conoscevano nemmeno il nome, o quanti ogni anno si fanno il vaccino antinfluenzale senza mai chiedersi la percentuale di efficacia che in media è solo al 60%. Ma adesso, anche nei bar, si parla delle percentuali di efficacia del vaccino Pfizer, di quello di Moderna, o dello Sputnik V e persino del cinese Sinovac. Del nostro, l’europeo Astra Zeneca, solo molti dubbi e perplessità. Insomma da un anno un talk show continuo.

Ma un'efficienza del 90% è migliore di una del 70%?

La risposta  sembrerebbe facile, quasi banale ma in realtà non lo è. Gli esperti sanitari indicano che la preferenza per il vaccino più efficace non sempre è proporzionale ai rischi che ogni persona ha di ammalarsi di Covid-19 dopo la vaccinazione. Tutti sono invece concordi che i vaccini, dopo l’approvazione,sono buoni e sicuri.

In Europa stanno arrivando le prime dosi del quarto vaccino che gli europei, contratti a parte, avranno a disposizione. Si tratta del tanto atteso Johnson & Johnson, l’unico a monodose.

In una totale confusione comunicativa da parte di Stato, Regioni, CTS e chi più ne ha più ne metta si è capito che la scelta di dare un vaccino rispetto ad un altro dipende dall’età. Così come per Pfizer e Moderna, anche l’ultimo arrivato dovrebbe andare ai senior ma in particolare al gruppo fra i 70 e 79 anni. Mentre il più economico ma anche il più discusso (a torto o a ragione), quello di AstraZeneca, dopo una serie di giravolte sarà dedicato agli over 60.

Dei quattro vaccini approvati dall'Agenzia europea dei medicinali (EMA), Janssen (J&J) è quello che ha presentato la minore efficacia nei primi risultati: il 67%, bassa rispetto al 95% di Pfizer e Moderna e al 76% di AstraZeneca, secondo l'ultimo studio. Ma questo, dicono tutti, non significa che sia peggio.

Commenti
    Tags:
    covidvaccinivaccini covidvaccini covid domande




    in evidenza
    Affari in rete/ Chiara Ferragni-Fedez, social impazziti: i meme più divertenti sulla presunta rottura

    Guarda le foto

    Affari in rete/ Chiara Ferragni-Fedez, social impazziti: i meme più divertenti sulla presunta rottura

    
    in vetrina
    Annalisa vince il Controfestival 2024. Angelina Mango ko fuori dal podio

    Annalisa vince il Controfestival 2024. Angelina Mango ko fuori dal podio


    motori
    BMW Italia e AC Milan lanciano la Campagna '+ Diversity is More'

    BMW Italia e AC Milan lanciano la Campagna '+ Diversity is More'

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.