A- A+
Medicina
Infarto, rischio maggiore per due gruppi sanguigni (uno inferiore). Ecco quali

Infarto, ricerca sulla salute del cuore pubblicata dall’American Heart Association


Molti fattori possono contribuire ai rischi d’infarto, ma un ruolo da non trascurare, stando a un nuovo studio, lo giocherebbe anche il tuo gruppo sanguigno: una scoperta, questa, che potrebbe prendere piede un modo nuovo di prevenire questi eventi.

Ciò che emerso da questa ricerca sulla salute del cuore pubblicata dall’American Heart Association - si legge su www.greenme.it - è che per le persone con un gruppo sanguino A e B è più facile incorrere in problematiche come:

Infarto
Arresti cardiaci
Occlusioni
Per quanto riguarda le prime due problematiche cardiache, la percentuale sarebbe meno allarmante:  rispetto alle persone con un gruppo sanguigno zero negativo /0-),  i gruppi A e B avrebbero l’8% di probabilità in più di infarto e il 10% in più di arresto cardiaco.

Il dato più corposo, però, riguarda il terzo punto: sono stati riscontrati fino al 51% in più di occlusioni venose per questi due gruppi sanguigni rispetto a quello dei cosiddetti donatori universali.

Anche se i ricercatori non sono stati ancora in grado di stabilire una correlazione diretta che spieghi questi dati, lo studio potrebbe contribuire in modo importante alla ricerca e alla prevenzione degli infarti. Innanzitutto, i medici potranno avvantaggiarsi usando queste informazioni per studiare delle terapie individuali più accurate.

La dottoressa Hilde Groot, a capo della ricerca e docente all’univesità di Groningen in Olanda sostiene che:

“I medici di base potrebbero utilizzare queste informazioni [sul gruppo sanguigno] per la prevenzione e la cura di malattie cardiovascolari, e i professionisti medici potrebbe considerare di includere le informazioni sul gruppo sanguigno nei test clinici sui rischi e gli approcci di cura

La seconda buona notizia è che anche se tu dovessi avere un gruppo sanguigno A o B, puoi comunque abbassare le probabilità di infarto con una dieta sana e tenendoti in esercizio.

Non a caso, la stessa dottoressa Mary Cushman raccomanda di non di allarmarsi eccessivamente per questi nuovi dati, ma consiglia alle persone con gruppo sanguigno di tipo A e B di fare semplicemente più attenzione al proprio stile di vita e cercare di mantenerne uno sano ed equilibrato. Nello specifico, tenendo sott’occhio la pressione alta e il colesterolo potrete ridurre significativamente i rischi di soffrire di infarto.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    chi rischia infartocome capire infartoinfarto come capirerischio infarto




    in evidenza
    Sardegna, Elly e Todde si guardano negli occhi... L'intesa vincente prima delle elezioni

    Guarda la gallery

    Sardegna, Elly e Todde si guardano negli occhi... L'intesa vincente prima delle elezioni

    
    in vetrina
    Affari in rete/ Elezioni in Sardegna, la discesa della Lega dal 2019 a oggi

    Affari in rete/ Elezioni in Sardegna, la discesa della Lega dal 2019 a oggi


    motori
    McLaren Artura Spider 2025: innovazione e prestazioni per la supercar ibrida

    McLaren Artura Spider 2025: innovazione e prestazioni per la supercar ibrida

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.