A- A+
Motorsport
Alpine affronta la 24 Ore di Le Mans con Zinedine Zidane come ambasciatore

Il processo di rinnovamento della Marca fondata da Jean Rédélé, avviato nel 2013, ha portato Alpine a competere al massimo livello nel mondo del motorsport.

Quest'anno, Alpine è pronta a partecipare alla mitica 24 Ore di Le Mans, uno degli eventi più prestigiosi nel panorama delle gare di endurance. A sottolineare l'importanza di questa partecipazione, il leggendario calciatore Zinedine Zidane sarà presente come ambasciatore del marchio.

Un percorso di successi e innovazione

Il viaggio di Alpine nel mondo delle gare di endurance è stato ricco di successi e insegnamenti. Dal debutto delle A450, A460, A460B, A470 e A480 nella 24 Ore di Le Mans, Alpine ha dimostrato la sua capacità di competere ai massimi livelli. In particolare, le vittorie nella categoria LMP2 nel 2016, 2018 e 2019 hanno consolidato la reputazione di Alpine come un attore chiave nel motorsport.

Prima di affrontare la gara di spicco sul Circuit de la Sarthe, Alpine Endurance Team ha messo alla prova la sua Hypercar A424 nei primi tre round del Campionato Mondiale FIA di Endurance a Losail, Imola e Spa-Francorchamps. Questi test hanno permesso al team di raccogliere dati preziosi e di ottimizzare le prestazioni della vettura in vista della grande sfida.

Preparazione meticolosa e test intensivi

Da metà maggio, il team Alpine ha intensificato i preparativi sul Circuito Paul Ricard. Qui, Ferdinand Habsburg ha ripreso il volante dopo un periodo di convalescenza, ritrovando l'ebrezza della guida. I “Blu” hanno effettuato una revisione completa di entrambe le Hypercar e, per far fronte a qualsiasi evenienza in una gara che pone sfide insostenibili per uomini e macchine, hanno lavorato minuziosamente alla preparazione dei ricambi.

Il processo di preparazione si è concluso con un definitivo shakedown, permettendo al team di verificare l'affidabilità e le prestazioni delle vetture. Da lunedì, Alpine Endurance Team ha stabilito il campo base nel Dipartimento della Sarthe, dove tutti i concorrenti devono sottostare alla pesatura nonché ai primi controlli amministrativi e tecnici.

Inizio delle attività a Le Mans

Il primo momento saliente si è svolto venerdì alle ore 14.40, con la disamina completa delle vetture e degli equipaggiamenti da parte dei commissari della FIA e dell’ACO. Dopo la dimostrazione che si terrà sabato pomeriggio a Le Mans, le Alpine A424 effettueranno i primi giri sul Circuit de la Sarthe domenica, durante due sessioni di tre ore per il Test Day.

Questi primi test sono fondamentali per riprendere confidenza con il tracciato lungo 13,626 km, famoso per il rettilineo delle Hunaudières. I piloti, tra cui Nicolas Lapierre, Matthieu Vaxiviere, Charles Milesi, Ferdinand Habsburg e Paul-Loup Chatin, si alterneranno per ottimizzare i settaggi, perfezionare i pit stop e studiare il comportamento dei vari tipi di pneumatici offerti da Michelin.

Mick Schumacher e la tradizione di Le Mans

Un momento significativo sarà l'opportunità per Mick Schumacher di compiere il processo imposto a ogni principiante che debutta a Le Mans. Grazie al know-how del team e all'esperienza dei compagni di squadra, Schumacher potrà acquisire preziose conoscenze sul circuito e prepararsi al meglio per la gara.

Il ritmo dei preparativi si intensificherà con la tradizionale Pit Walk riservata al pubblico martedì, seguita dalla prima sessione di prove libere mercoledì e dalle qualifiche. L’Hyperpole, in cui i migliori otto di ogni categoria si affronteranno in un esercizio di pura velocità, determinerà le prime otto posizioni di ogni categoria sulla griglia di partenza.

La grande sfida di Le Mans

Dopo l’ultima sessione di prove notturne e la famosa sfilata dei piloti in centro città venerdì, Alpine Endurance Team scenderà in pista sabato mattina per un warm-up di quindici minuti. Poche ore dopo, la partenza della 24 Ore di Le Mans sarà data da Zinedine Zidane, ambasciatore di Alpine e dei suoi programmi per le pari opportunità, dando il via libera a uno schieramento impressionante di sessantadue auto, di cui ventitré nella categoria Hypercar.

Per Alpine, l’obiettivo è chiaro: continuare ad apprendere nella gara più lunga, più difficile e sicuramente più bella dell’anno, con la prima sfida di tagliare il traguardo. La partecipazione a questa competizione non solo mette alla prova la resistenza delle vetture, ma rappresenta anche un'opportunità per dimostrare l'innovazione tecnologica e la passione per il motorsport.

Innovazione e sostenibilità

In linea con l'evento, Alpine svelerà l’A290, una city car sportiva 100% elettrica del suo Dream Garage. Questo modello rappresenta il futuro del design e della mobilità sostenibile, incarnando l'impegno di Alpine per l'innovazione e la sostenibilità. Poche ore prima della partenza, Alpine parteciperà anche a una demo di Alpenglow Hy4 a idrogeno, con Zinedine Zidane come passeggero.

Entrambi i modelli, l'A290 e l'Alpenglow Hy4, rappresentano laboratori di tecnologie avanzate e sostenibili, all'avanguardia dell'innovazione sportiva. La partecipazione di Zidane sottolinea ulteriormente l'importanza di questi sviluppi, portando un'icona dello sport a fianco di un marchio che incarna la passione e l'eccellenza.

Dichiarazioni e aspettative

Philippe Sinault, Team Principal di Alpine Endurance Team, ha espresso grande entusiasmo per questa edizione di Le Mans. "Ci siamo! Se i preparativi della 24 Ore di Le Mans sono cominciati ormai da vari mesi, arriviamo a Le Mans pieni di entusiasmo, anche più degli anni scorsi. È da tanto tempo che aspettavamo questo momento e sono rimasto impressionato dall’incredibile capacità di lavoro e dall’incrollabile impegno di ogni singolo membro del team alla vigilia dei primi giri a Le Mans", ha dichiarato Sinault.

Sinault ha anche sottolineato l'importanza dei test e delle simulazioni effettuate, che hanno permesso al team di valutare il potenziale del loro pack. "Abbiamo effettuato molte simulazioni, ma non vediamo l’ora di scendere in pista perché non c’è niente di meglio dei giri reali per convalidare o valutare l’entità del lavoro che ci resta da fare per la settimana prossima. Domenica, avremo poco tempo per correre, per cui ci concentreremo su due questioni di fondamentale importanza: il bilanciamento aerodinamico su questo tracciato molto atipico, se non addirittura fuori dalla norma rispetto ad altri circuiti, e la resistenza degli pneumatici su più stint lunghi."

Sfide e obiettivi

L'affidabilità sarà cruciale se Alpine vuole cominciare bene quest’edizione di Le Mans. La squadra si concentrerà sull'aumento della fiducia dei piloti, grazie ai preziosi feedback raccolti durante i test. "L’affidabilità sarà altrettanto importante se vogliamo cominciare bene quest’edizione che si preannuncia molto 'blu', e confermare che la Marca Alpine è più presente che mai", ha concluso Sinault.

La 24 Ore di Le Mans rappresenta una sfida unica, non solo per le macchine, ma anche per i piloti e tutto il team. La capacità di adattarsi alle condizioni mutevoli del circuito, di gestire le strategie di pit stop e di mantenere la concentrazione durante tutta la gara sono elementi chiave per il successo.

Il futuro di Alpine nel motorsport

La partecipazione alla 24 Ore di Le Mans non è solo un evento annuale per Alpine, ma fa parte di una strategia a lungo termine per rafforzare la presenza del marchio nel motorsport e per sviluppare tecnologie all'avanguardia che possano essere trasferite anche ai veicoli di produzione. L'impegno di Alpine per l'innovazione e la sostenibilità è evidente nelle loro scelte strategiche e nelle partnership che stanno costruendo.

La presenza di Zinedine Zidane come ambasciatore non solo aggiunge un elemento di prestigio, ma evidenzia anche l'importanza delle pari opportunità e dell'inclusività, valori fondamentali per il marchio. Zidane, con la sua carriera leggendaria e il suo impegno sociale, rappresenta perfettamente i valori che Alpine vuole trasmettere.

Mentre Alpine si prepara a prendere parte alla leggendaria 24 Ore di Le Mans, l'entusiasmo e la dedizione del team sono palpabili. Con una combinazione di esperienza, innovazione e passione, Alpine è pronta ad affrontare questa sfida con determinazione, mirando non solo a competere, ma a lasciare un segno duraturo nel mondo del motorsport.

La 24 Ore di Le Mans 2024 promette di essere un evento straordinario, e con Zinedine Zidane al loro fianco, Alpine è pronta a scrivere un altro capitolo entusiasmante della sua storia. Con nuovi modelli elettrici e a idrogeno pronti a fare il loro debutto, il futuro di Alpine sembra luminoso e ricco di promesse.

 






in evidenza
Dopo l'addio alla Rai, nuova vita a La7: Giovanna Botteri alla corte di Cairo

L'annuncio a sorpresa

Dopo l'addio alla Rai, nuova vita a La7: Giovanna Botteri alla corte di Cairo


in vetrina
Netflix, non solo serie tv e film: ora lancia la sua linea di pop corn

Netflix, non solo serie tv e film: ora lancia la sua linea di pop corn


motori
Audi RS 3: nuovo record al Nürburgring

Audi RS 3: nuovo record al Nürburgring

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.