A- A+
Politica
Armi a Zelensky? Mattarella tace e segue la guerrafondaia Meloni

Hollywood Zelensky e la faccia degli italiani


Conte ha detto: "Meloni faccia di bronzo.".... E Mattarella, lo sgarrante della Costituzione?

Forse Conte voleva usare un termine più forte e appropriato. Non gli è venuto in mente. 

Forse "faccia da schiaffi" o "da sbruffona", per non dire parolacce, sarebbero stati più adeguati perché, in realtà, di fronte al mondo e alla Storia, Giorgia, nel continuo sforzo a fare la simpaticona, sull'invio di armi e denaro, ad esser seri, ci ha messo la faccia degli italiani, in maggioranza contrari e, sempre più decisamente, alla sua politica estera sulla guerra in corso (vedi e vota referendum ripudia la guerra                           https://t.me/referendumRipudiaLaGuerra). 

Chi, all'estero, sa che parla per conto suo, mentre gli italiani, in maggioranza sono contrari? Un momento: Mattarella è certamente d'accordo con lei facendo pagare, eventualmente, il conto agli italiani. Chi tace acconsente. Mattarella, che avrebbe ampiamente meritato l'Asino d'oro 2021, come proposto all'unanimità dalla commissione (11 membri) e che non lo ebbe a causa di un presidente pusillanime certo di chissà quali conseguenze per chi aveva ricordato e sottolineato la campagna presidenziale del tutto fuori luogo, deragliando dal binario delle sue competenze e attività previste. Fece una sua campagna contro i no-vax, basata su falsità scientifiche che ripeteva a pappagallo. E ora, sull'invio di armi e soldi a Hollywood Zelensky? Ora, il logorroico, tace, seguendo la guerrafondaia Meloni. Come non definirla così, quando si legge che, grazie al suo deciso intervento alla Camera a favore della prosecuzione di appoggio a Zelensky, "sta spopolando tra gli entusiasmi dei vertici ucraini"? Quasi meglio di Biden. Tanta chiacchiera alla Camera, ma non una parola, assieme a Mattarella, di fronte all'immediato "N0!" del loro Gran Capo Biden, alla proposta di pace cinese, accettata dalla Russia. Gran Capo che, dal Paradiso della democrazia, ha scartato immediatamente, senza sentire nessuno, anche la possibilità dell'inizio di un confronto con i Russi. Parla a nome di TUTTI: ci si incontrerà coi russi solo quando si saranno ritirati da tutti i territori occupati. Dimenticando o non sapendo, che in quei territori c'è la maggioranza di abitanti russi. E la nostra bella accoppiata, Giorgia e Sergio, muti come gli altri vassalli al guinzaglio!  

Iscriviti alla newsletter
Tags:
zelensky meloni





in evidenza
Il "comizio" di Vittorio Sgarbi a Tricase (Lecce)

Affari va in rete

Il "comizio" di Vittorio Sgarbi a Tricase (Lecce)


in vetrina
La voce di Robert De Niro nello spot elettorale di Biden: "Trump è un dittatore, vuole vendetta". VIDEO

La voce di Robert De Niro nello spot elettorale di Biden: "Trump è un dittatore, vuole vendetta". VIDEO


motori
Alpine, cresce la gamma A110, con le nuove A110, A110 GT e A110 S

Alpine, cresce la gamma A110, con le nuove A110, A110 GT e A110 S

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.