A- A+
Politica
Assegno unico, c'è qualcosa di scandaloso che pochi sanno. Impressionante

Assegno unico, incredibile


Come Affaritaliani.it ha scritto molte volte, nell'assegno unico c'è una grave discriminazione che punisce vedove e vedovi che non ricevono dall'Inps la maggiorazione di 30 euro al mese a figlio perché il secondo genitore non lavora, anche se è morto.

Ora, anche dopo l'interrogazione parlamentare della leghista Laura Ravetto alla ministra Eugenia Rocella, l'Inps ha emesso una circolare che altro non fa che aggiungere discriminazione a discriminazione. La maggiorazione viene riconosciuta solo a chi è rimasto o rimasta vedovo o vedova quando era già partito l'assegno unico. E' chi a chi è rimasto vedovo/a prima? Niente. Zero. La toppa è peggiore del buco.

LEGGI LA CIRCOLARE INPS (Messaggio n. 724) - CLICCA QUI PER LEGGERLA

Iscriviti alla newsletter
Tags:
assegno unicoassegno unico discriminazioneassegno unico novità





in evidenza
La vendetta di Taylor Swift in un brano: "revenge song" contro il suo ex

L'attacco a Fernando Alonso

La vendetta di Taylor Swift in un brano: "revenge song" contro il suo ex


in vetrina
Boom per Salone del Mobile 2024 e Fuorisalone: i numeri tornano ai livelli pre Covid

Boom per Salone del Mobile 2024 e Fuorisalone: i numeri tornano ai livelli pre Covid


motori
Opel celebra 125 anni dalla nascita della produzione industriale dell’ auto

Opel celebra 125 anni dalla nascita della produzione industriale dell’ auto

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.