A- A+
Politica
Pd, tra gli iscritti Bonaccini è al 25% e Schlein al 21 (ma...). Esclusivo
Elly Schlein e Stefano Bonaccini

Pd, alle primarie sarà battaglia all'ultimo voto


Stefano Bonaccini al 25%, Elly Schlein al 21%. Matteo Ricci e Paola De Micheli sotto il 5%. Sono i primissimi risultati di un sondaggio interno riservatissimo - che Affaritaliani.it è in grado di rivelare - sulla corsa alla segreteria del Partito democratico. I risultati sono riferiti alla platea degli iscritti (non degli elettori ed è stato effettuato su circa mille militanti Dem in tutta Italia tra il 20 e il 25 novembre, sia con interviste telefoniche sia direttamente nelle varie sezioni) e il numero di indecisi attualmente è ancora intorno al 50%. Nel mese di gennaio ci sarà la votazione tra gli iscritti al Pd e poi i primi due candidati, stando allo statuto, si sfideranno alle primarie aperte a tutti del 19 febbraio.

Attualmente, dunque, il presidente della Regione Emilia Romagna pare in leggere vantaggio, che ha incassato il sostegno del sindaco di Firenze Dario Nardella, oltre a quello di Base Riformista guidata dall'ex ministro Lorenzo Guerini, e che potrebbe stringere un'alleanza con il Governatore della Toscana Eugenio Giani attraverso Matteo Renzi. In sostanza, il leader di Italia Viva - stando ai rumor - non attaccherebbe più il presidente della Toscana sui problemi della sanità regionale in cambio del sostegno a Bonaccini (che ovviamente al Terzi Polo fa comodo per sottrarre il Pd dal ritorno con il M5S di Giuseppe Conte). Giochi fatti dunque per la segreteria? Non proprio.

Sempre secondo quanto risulta ad Affaritaliani.it, un'ampia fetta Dem non si è ancora schierata ma alla fine potrebbe spostarsi su Schlein dopo il voto degli iscritti e prima delle primarie di popolo. In particolare parliamo dell'ex ministro del Lavoro Andrea Orlando, del leader storico della sinistra romana Goffredo Bettini (che lavora per ricucire i rapporti con i pentastellati) e soprattutto l'ex ministri dei Beni Culturali e leader di AreaDem Dario Franceschini. Questa volta, insomma, la sfida del 19 febbraio potrebbe davvero essere all'ultimo voto (mentre quella tra gli iscritti è scontata e già si sa chi saranno i primi due) con due visioni e strategie politiche differenti. E con l'ipotesi e lo spettro della scissione da parte del fronte che uscirà sconfitto.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
bonaccini schlein congresso pdsondaggio pd primarie congresso





in evidenza
Affari in Rete

MediaTech

Affari in Rete


in vetrina
Sorpresa a Sky: Federica Masolin lascia la Formula 1

Sorpresa a Sky: Federica Masolin lascia la Formula 1


motori
CUPRA Born VZ 2024: innovazione e prestazioni nel nuovo modello elettrico

CUPRA Born VZ 2024: innovazione e prestazioni nel nuovo modello elettrico

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.