A- A+
Politica
Bravo Fedez, ma ora stai attento a non farti sedurre dalla politica!
Fedez e Chiara Ferragni: sono la coppia più "social" d'Italia e insieme riescono a influenzare l'opinione pubblica

Lo scontro fra Fedez e mamma Rai, le telefonate registrate e pubblicate da una parte e dall'altra non fa altro che aprire un vaso di Pandora che da molto tempo sapevamo cosa contenesse. Ma non è tanto questo il fulcro della questione.

Il rapper milanese non fa che scoprire l'acqua calda: in Rai il "sistema" è sempre esistito. Così come da sempre in Rai lavora molta gente raccomandata. Mai una novità.

I "santi in paradiso" fanno diventare semplici appassionati di cucina grandi chef. I "santi in paradiso" ti fanno lavorare a chiamata. I "santi in paradiso" ti fanno andare ospite in talk show a dire la tua opinione, anche se parli di fisica quantistica e ti sei diplomato a fatica a Ragioneria.

Dunque, l'attacco (a mio avviso giustissimo e finalmente!!) del buon Federico Lucia, ha colpito un corpo morto, in putrefazione da decenni, chiuso nel sacco della morale che nemmeno il medioevo.

L'attacco politico (altrettanto giusto a mio avviso) è il nocciolo della questione. Non tanto per quello che ha detto Fedez, ma per il contorno della polemica. A parte l'immobilismo del solito Partito Democratico, ridotto ormai a guitto di un teatro chiuso, e le quasi scontate parole della destra che aveva anticipato la polemica con un post del leader della Lega, Matteo Salvini, che sembrava fatto apposta per innescarla, la cosa che è passata agli onori delle cronache è stato l'innalzamento di Fedez a santino laico della sinistra italiana.

Forse alla sinistra italiana, anzi non tanto alla sinistra che in Italia non esiste più, quanto proprio al Partito Democratico, serve davvero il ragazzo tatuato per far parlare di sé.

Non avendo alcuna dote carismatica, abbraccia il giovane alla moda, marito di una donna super seguita, per tentare di accalappiare un pubblico di giovani votanti. Ma non ce la farà mai. Oggi, il PCI di Berlinguer risulterebbe assai più moderno di quella accozzaglia di litigiosi che abita nel Pd a cui manca la tunica bianca per assomigliare in tutto e per tutto ai senatori delle congiure romane.

Da un certo punto di vista, però, il Pd ha le sue ragioni. Ma il protagonista, Fedez, che si sta prendendo lezioni da tutti, politici e opinionisti da bar che si credono Dio, non deve commettere un solo tipo di errore. Uno solo. Non deve farsi imbrigliare nella cloaca di un partito, qualunque esso sia. Nemmeno in quello che vota lui (se vota). Sarebbe il suo suicidio ideologico e forse mediatico.

Fedez è un artista, può piacere o no, ma come tutti gli artisti di peso ha un ruolo socio-culturale importante. Non è che perché ha il corpo colorato da decine di tatuaggi il suo impegno politico vale meno di quello che fu un tempo l'impegno di De Gregori. O di Guccini. O del mitico Vasco Rossi che con le sue dichiarazioni a favore dei Radicali di Pannella lasciava sempre il segno.

No, caro Fedez, non commettere questo errore. Sei un artista e devi restare un battitore libero, un pensatore che non ha padroni. Prendi le distanze da chi ti vuole abbracciare e poi quando non servirai più ti accoltellerà. Solo allontanando da te ogni appartenenza politica sarai davvero credibile. Hai scelto la battaglia sui diritti civili. Questo ti fa onore.

Ce ne sono molte altre che si possono fare in parallelo, sfruttando (perché no?) il tuo enorme bacino di followers. Ma falle da solo, al massimo con i tuoi seguaci di Instagram. Falle da solo senza padri putativi che userebbero i tuoi tatuaggi per colorare la loro grigia incapacità di relazionarsi con il mondo dei tempi moderni.

Sul tema leggi anche:

Zan ringrazia Fedez: "Impegno civile. Salvini parla ma non punisce nessuno"

Fedez omofobo? No, "tutto il contrario". Così è diventato il nuovo Grillo

Rai, "Fedez ha fatto solo marketing. L’azienda corretta, ora si tuteli”

Rai-Fedez, terremoto sui vertici. Chi salta e chi arriva. I nomi

Lillo sul caso Fedez: "Sarebbe stato meglio tenerci fuori dalla trattativa"

 

Commenti
    Tags:
    fedezchiara ferragnipoliticaddl zan1 maggiopolemicarai
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    Wanda Nara vs la censura social Le nuove foto scaldano il web

    Belen, Diletta e.. scatti Vip

    Wanda Nara vs la censura social
    Le nuove foto scaldano il web

    i più visti
    in vetrina
    Lukaku, il Chelsea di Abramovic fa sul serio per strapparlo all'Inter

    Lukaku, il Chelsea di Abramovic fa sul serio per strapparlo all'Inter


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    il Museo Mercedes-Benz festeggia il suo 15 ° compleanno

    il Museo Mercedes-Benz festeggia il suo 15 ° compleanno


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.