A- A+
Politica
Conte: "Nuovo M5s? Alla fine di maggio. Noi alleati con il Pd, non subalterni"

Conte: "Nuovo M5s? Alla fine di maggio. Noi alleati al Pd, non subalterni"

Giuseppe Conte è pronto a prendere in mano ufficialmente il M5s. L'ex premier ha già scritto il programma e definito il nuovo statuto. "Sono stati due mesi spesi bene. Per rifondare una forza politica - spiega Conte al Fatto Quotidiano - occorre del tempo, occorre un confronto continuo, a tutti i livelli. Ora siamo pronti. Abbiamo una carta dei principi e dei valori, un nuovo statuto, una piattaforma di voto alternativa: a giorni avremo i dati degli iscritti, perché non può che essere così, ci sarà un grande momento di confronto pubblico e poi si voterà. Il doppio mandato non è attualmente nello Statuto e quindi non sarà nel nuovo Statuto. La direzione politica del M5S va distinta dalla gestione tecnica della piattaforma. Non c’è possibilità per una forza politica rappresentata in Parlamento che ci sia anche solo l’ombra di una commistione tra questi due aspetti. Purtroppo da parte dell ’Associazione Rousseau c’è stata una pressante ingerenza nelle scelte politiche: ma in democrazia se si ha un progetto alternativo, lo si presenta e lo si fa votare, funziona così".

Conte affronta anche il caso Grillo, relativo al video del garante del M5s in cui difendeva il figlio Ciro e gli amici accusati di stupro di gruppo da una ragazza. "Rispetto la sua sofferenza, - prosegue l'ex premier al Fatto - così come rispetto quella di chi si sente vittima di questa vicenda. Mi sento spesso con lui, ma è chiaro che nel dna del Movimento ci sono due pilastri: il rispetto dell’indipendenza della magistratura e il rispetto delle donne e della parità di genere. Non lo avrei fatto quel video, per un motivo. Le trasmissioni tv ne hanno approfittato per dire ‘siccome ne ha parlato Grillo, possiamo parlarne anche noi’. Un processo parallelo, una degenerazione che non permetterei mai".

Una battuta pepata anche su Matteo Renzi. "Non lo ho più sentito, ma non escludo in futuro di incrociarlo in qualche autogrill". Conte allontana l'ipotesi Draghi al Quirinale. "L’approccio migliore è sostenere il governo e augurarci tutti che possa proseguire il suo percorso. Chi oggi dice: vedo bene Draghi al Colle sembra quasi voglia liberare una casella al governo. Non è responsabile nei confronti dei cittadini dire in questo momento, con tutti i problemi in corso, che Draghi deve andare al Quirinale". Sulle alleanze Conte parla chiaro. "Sono impegnato nel rapporto con il Pd in un dialogo alla pari, senza alcuna subalternità".

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    m5sgiuseppe conteconte leader m5sconte alleanza pdm5s pdrenziconte renziconte draghi
    in evidenza
    Mentana all'inizio della maratona Il Colle, il voto e l'ironia social

    Quirinale/ Rete scatenata

    Mentana all'inizio della maratona
    Il Colle, il voto e l'ironia social

    i più visti
    in vetrina
    Paola Iezzi, la quarantena hot della cantante - FOTO

    Paola Iezzi, la quarantena hot della cantante - FOTO


    casa, immobiliare
    motori
    Nissan svela la versione speciale JUKE Kiiro

    Nissan svela la versione speciale JUKE Kiiro


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.