A- A+
Politica
Coronavirus, scuola chiusa fino a settembre? Ipotesi anno scolastico finito

Che l'Italia resterà in lockdown fino a Pasqua, domenica 12 aprile, ormai è chiaro, come ha spiegato il ministro della Salute Roberto Speranza. Ma è altrettanto evidente che tutto non tornerà come prima della diffusione del Covid-19 da lunedì 13 aprile. Al momento l'ipotesi principale - ma tutto dipenderà dall'andamento del contagio nei prossimi giorni - è che da lunedì 20 aprile riaprano alcune attività, in particolare aziende, mantenendo comunque l'obbligo di distanziamento sociale di almeno un metro e di circolare con la mascherina. Poi, se i numeri dovessero confermare la riduzione dei positivi, lunedì 4 maggio ci sarà un'altra apertura più ampia che potrebbe interessare alcune attività commerciali, come i bar e i ristoranti (mantenendo sempre l'obbligo del distanziamento), sportive e culturali.

C'è un tema però sul quale la politica si sta interrogando in queste ore ed è che fare con le scuole. La ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina, qualche giorno fa, ha spiegato che le lezioni riprenderanno solo se ci saranno le condizioni sanitarie per farlo e che per gli esami di maturità proporrà membri interni e presidente di commissione esterno. Nei ragionamenti che si fanno tra i parlamenti della maggioranza cresce l'ipotesi, di ufficiale ovviamente non c'è ancora nulla, che l'anno scolastico sia terminato e che sui banchi non si torni fino a settembre.

E' chiaro che per i bambini e i ragazzi la restrizione del distanziamento sociale obbligatorio di almeno un metro è molto difficile da far applicare, basti pensare alle materne dove solitamente almeno venti bambini per classe giocano insieme tutto il giorno. Ma questo vale anche per le elementari. Impossibile, insomma, garantire un controllo adeguato (non si può trasformare maestre e insegnanti in una sorta di carabinieri) e le condizioni base per riaprire - che invece dovrebbero realizzarsi in fabbriche e uffici - non possono essere assicurate.

Ed è così che si fa strada l'ipotesi che, fatta salva la maturità, per tutte le scuole di ogni ordine e grado il rientro non ci sarà fino a settembre. L'anno scolastico 2019-2020 sarebbe comunque salvo, grazie anche a quello che si è riusciti a fare e si riuscirà a fare con le lezioni via internet. Molti compiti estivi e nuovo anno scolastico dopo l'estate. Questa almeno è al momento la strada che sembra voler percorrere la politica, all'insegna dunque della massima cautela, con tutti i se e i ma del caso e le valutazioni tecniche e sanitarie che verranno fatte nei prossimi giorni e nelle prossime settimane in base all'andamento del contagio.

Loading...
Commenti
    Tags:
    coronavirus scuolacoronavirus scuolescuola quando riapre tempiscuole settembre
    Loading...
    in evidenza
    Clicca qui e manda il tuo meme a mandalatuafoto@affaritaliani.it
    Fase 2, gli sconfitti sono i cani Nostalgia delle uscite in lockdown

    Coronavirus vissuto con ironia

    Fase 2, gli sconfitti sono i cani
    Nostalgia delle uscite in lockdown

    i più visti
    in vetrina
    Meteo, estate lontana! Sferzata dal Polo Nord con piogge, temporali e fresco

    Meteo, estate lontana! Sferzata dal Polo Nord con piogge, temporali e fresco


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    BMW X2 XDrive 25e, la prima compatta con trazione ibrida

    BMW X2 XDrive 25e, la prima compatta con trazione ibrida


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.