A- A+
Politica
Che cos'è il presidenzialismo? Quali i pro e i contro?

Che cos'è il presidenzialismo? Quali sono i pro e i contro di questo sistema? Scoprilo nel nostro approfondimento

Uno dei punti più importanti del programma del Centrodestra, ed in particolare di Fratelli d'Italia, è la volontà di adottare il presidenzialismo come forma di governo. La proposta è stata uno dei cavalli di battaglia storici di Silvio Berlusconi ma recentemente ha aperto a questa possibilità anche Italia Viva. Fortemente contrari invece la Sinistra e i partiti di ispirazione cattolica. Cos'è il presidenzialismo e come cambierebbe il governo del Paese se si decidesse di adottarlo?

Cos'è il presidenzialismo

L'Italia è una repubblica parlamentare. Il potere esecutivo è in mano al governo, formato dal Presidente del Consiglio, i ministri (con o senza portafoglio), viceministri e segretari. Al parlamento invece spetta il potere legislativo. Gli elettori non scelgono direttamente il Presidente del Consiglio ma i loro rappresentanti in Parlamento. I partiti di maggioranza poi propongono il loro candidato Premier al Presidente della Repubblica che in base alla consultazioni e la possibilità di costituire una maggioranza di governo decide se affidargli o meno l'incarico.

Il Governo necessita della fiducia del parlamento per poter proseguire nel suo lavoro. Se questa viene a mancare si apre una crisi che porta inevitabilmente alle dimissioni dell'esecutivo e nuove elezioni. Per passare al presidenzialismo serve una riforma costituzionale.

Nel presidenzialismo invece il Presidente del Consiglio viene eletto direttamente dai cittadini ed è sia capo dello Stato sia del governo. Non è poi vincolato alla fiducia da parte del parlamento. Un esempio di presidenzialismo puro sono gli Stati Uniti. In una repubblica semipresidenziale, invece, il Primo Ministro viene nominato dal Presidente della Repubblica, eletto direttamente dai cittadini, e deve ottenere anche la fiducia del parlamento. E' il caso della Francia e (in linea teorica) della Russia.

Nel presidenzialismo il Presidente ha un limitato potere legislativo, può porre il veto alle decisioni delle Camere ma non può scioglierle. E' lui poi a dirigere la politica estera e a nominare gli alti funzionari dello Stato.

Presidenzialismo: pro e contro

Il presidenzialismo come qualsiasi forma di governo ha dei lati positivi e alcuni negativi. Difficile dire a priori quali siano superiori agli altri:

Contro

  • Possibile eccesso di autoritarismo
  • Possibili fratture tra istituzioni (governo e parlamento) e Paese
  • Meno pluralismo (si tende al bipartitismo)

Pro

  • Legittimità del Presidente in quanto eletto a suffragio universale
  • Netta separazione del potere esecutivo e legislativo
  • Maggiore governabilità e stabilità
Iscriviti alla newsletter
Tags:
elezioni 2022governoitaliapresidenzialismo





in evidenza
Fagnani in crisi con Mentana? L’indizio rivelatore che incuriosisce

La coppia più famosa del giornalismo

Fagnani in crisi con Mentana? L’indizio rivelatore che incuriosisce


in vetrina
Testamento, Raffaella Carrà senza figli: ecco a chi va la ricca eredità

Testamento, Raffaella Carrà senza figli: ecco a chi va la ricca eredità


motori
Fiat: Partner di Torino Capitale della cultura d’impresa 2024

Fiat: Partner di Torino Capitale della cultura d’impresa 2024

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.