A- A+
Politica
Cospito e i rapporti Nordio-Delmastro: ipotesi di un asse Arcore-Mostacciano

Caso Cospito, Nordio tiene il punto e Delmastro non cede

La vicenda Cospito, nella sua complessità non solo giuridica ma anche fattuale, mette in luce anche i difficili rapporti che ci sono a via Arenula tra il ministro Nordio e il sottosegretario con delega al Dap Delmastro. Questo aspetto non è stato finora ben delineato ma le tensioni istituzionali si riverberano, inevitabilmente, anche a livello politico. La vicenda è nota e anche parecchio ingarbugliata ma quello che emerge è che il ministro della Giustizia Carlo Nordio (FdI) non sia molto centrato sulla frequenza del suo vice e cioè Andrea Delmastro (FdI).

Infatti il ministro definisce “sensibili” le informazioni contenute nella relazione del Dap in cui si fa riferimento ai contatti in carcere tra l’anarchico Alfredo Cospito e dei mafiosi al 41 – bis, ma sensibili non significa coperte da segreto ma solo, pare, che ci voglia una semplice richiesta di accesso agli atti. Tuttavia Nordio ha tenuto il punto dicendo che per la loro divulgazione occorreva una “verifica preventiva” e poi ha dichiarato che “sulla questione è stato aperto un fascicolo d’indagine dalla procura di Roma. Per doveroso rispetto del lavoro degli inquirenti, non possiamo non tenerne conto”.

Per Delmastro invece si tratterebbe solo di non aver seguito pienamente la forma ma Giovanni Donzelli, vicepresidente del Copasir, quelle informazioni per il suo deflagrante intervento in aula le avrebbe potute avere facilmente come del resto ogni parlamentare, poi il fatto che siano anche coinquilini fa pensare che possano essersi parlati, anche se l’interessato smentisce dicendo che l’incontro è avvenuto a Montecitorio.

Qualche giorno fa invece, Delmastro aveva punzecchiato Nordio in una intervista sull’altro spinoso tema delle intercettazioni. Pare proprio che tra Nordio e Delmastro non ci sia molta sintonia, pur facendo parte dello stesso partito. Per capire quello che sta accadendo al ministero bisogna ricordare che Delmastro è considerato una sorta di “controllore” che Giorgia Meloni ha messo alle calcagna di Nordio e questo è il vero punto oscuro della vicenda politica. Infatti Nordio è stato eletto in quota Fratelli d’Italia ma fin da subito si è mostrato molto garantista e quasi sembra che il vero ministro della Giustizia sia invece quello dell’Interno Matteo Piantedosi (quota Lega), vedi il caso dei rave party.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
delmastronordio





in evidenza
Atletica: Tamberi-Battocletti, doppio oro. Gimbo-show con Mattarella

Spettacolo agli Europei di Roma

Atletica: Tamberi-Battocletti, doppio oro. Gimbo-show con Mattarella


in vetrina
Carrà, in vendita la villa all'Argentario Prezzo (quasi) accessibile. FOTO

Carrà, in vendita la villa all'Argentario
Prezzo (quasi) accessibile. FOTO


motori
Alpine Endurance Team alla 24 Ore di Le Mans: test day cruciale

Alpine Endurance Team alla 24 Ore di Le Mans: test day cruciale

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.