A- A+
Politica
Criminalità-minori, Salvini ha ragione: chi uccide deve pagare come un adulto
Babygang

Dl Criminalità e minori, ecco perchè il giustizialismo da quattro soldi è un errore

Qui si filosofeggia. Le opposizioni e gli oppositori intellettuali tutti appellati al sacro cuore del laicismo buonista più sfrenato e non si guarda alla dura realtà che si, palesa, spietata nell'(in)quieto vivere dei cittadini.  "Abbassare l'età di imputabilità? Ma siamo matti?", strillano. No, non direi.

Da un lato si chiede più sicurezza sulle strade e dall'altro si issano ideali bandiere della clemenza, che non sono adatte nemmeno come rimedi palliativi al dilagare della criminalità. Ovvio che un ragazzo debba essere rieducato, ma non si ferma un ventaglio di violenze belluine con la comprensione. E magari fosse così. Tutti noi vorremmo una parola messianica capace di conversioni ex abrupto, come Paolo di Tarso sulla via per Damasco.  Ma la realtà è ben diversa.

LEGGI ANCHE: Napoli, ucciso un musicista per uno scooter parcheggiato male. Un sospettato

I giornali sono i nostri occhi sulla tragedia, la cronaca è strapiena di efferatezze barbariche. Non devo fare la sintesi di quello che è avvenuto in questi mesi: basta dare un'occhiata superficiale ai siti. La misericordia è un bel sentimento, ma risolve ben poco.

LEGGI ANCHE: Musicista ucciso a Napoli, Meloni chiama la mamma: "Che cosa posso fare?"

Qui non si cerca il pugno duro, l'ansia di vendetta, o la sempre esecrabile frase "...e buttate la chiave", tutti devono avere una seconda - anche terza o quarta - possibilità. Ma di fronte ad un delitto altro non si può fare. Un 14enne che uccide deve pagare come un adulto, ha ragione Salvini. Naturalmente non si deve abbandonare un ragazzo, così come non si deve lasciare indietro nessuno. Un individuo che recupera sé stesso, e diventa tessera utile del puzzle della società, è la più grande vittoria dello Stato. Il giustizialismo da quattro soldi è un errore, e su questo dovremmo essere d'accordo tutti, ma non si possono cassare le soluzioni ragionevoli in nome della compassione. 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
baby gangdasposalvini





in evidenza
Chiara Ferragni e Alexander Zverev? I tre indizi sul flirt con il tennista

Guarda le foto

Chiara Ferragni e Alexander Zverev? I tre indizi sul flirt con il tennista


in vetrina
Immobiliare, la battaglia degli spot: Sherlock e Watson sfidano la nonna

Immobiliare, la battaglia degli spot: Sherlock e Watson sfidano la nonna


motori
BYD SEAL U DM-i: il primo suv PHEV di BYD arriva in Europa

BYD SEAL U DM-i: il primo suv PHEV di BYD arriva in Europa

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.