A- A+
Politica
"Sulle terre rare lo scontro del futuro. Guerra? Sto con il Papa per la pace"

Materie prime, Crosetto: ” In futuro lo scontro sarà sulle terre rare di spazio e fondali marini”

"Lo scontro dei prossimi anni sarà sulle terre rare: sullo spazio e sui fondali marini, dove si cercheranno le terre rare. Questi elementi hanno una quantità di produzione di inquinanti che l'Europa non può sopportare, finora lo ha fatto la Cina, potrebbe diventare l'Africa il luogo di lavorazione". Lo ha detto il ministro della Difesa, Guido Crosetto, intervistato nel corso del panel "L'Europa della Difesa" al Festival dell'Economia di Trento.

Crosetto sull’Africa: “Smettiamo di depredare ogni cosa o presto arriveranno centomila persona al giorno”

A proposito dell’Africa, il ministro Crosetto fa un mea culpa lungimirante, in cui “tira dentro” l’Europa e tutto l’Occidente. "Dobbiamo smetterla - ha aggiunto - di andare in Africa, prendere e non lasciare nulla. Dobbiamo smetterla anche di dire che siamo bravi con le nostre missioni militari. Il nostro atteggiamento deve essere quello di chi guarda, quando andiamo via con i militari, quante scuole e quali infrastrutture abbiamo lasciato. Dobbiamo iniziare a piantare alberi sapendo che non godremo della loro ombra".

Iscriviti alla newsletter





in evidenza
Affari va in rete

MediaTech

Affari va in rete


in vetrina
Mama Industry, la rivoluzione nella consulenza delle PMI: intervista al fondatore Marco Travaglini

Mama Industry, la rivoluzione nella consulenza delle PMI: intervista al fondatore Marco Travaglini


motori
Luca De Meo CEO Renault Group, la visione dietro l'Alpine A290

Luca De Meo CEO Renault Group, la visione dietro l'Alpine A290

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.