A- A+
Politica
Europee, urne aperte: ecco come si vota, tutto quello che c'è da sapere
Schede Elettorali

Bisogna portare con sé al seggio un documento d’identità, la tessera elettorale ed eventuali altri documenti necessari


Oggi sabato 8 e domani domenica 9 giugno si vota per rinnovare il Parlamento Europeo, il principale organo legislativo dell’Unione Europea. L’Italia ha diritto a una delegazione di 76 europarlamentari sui 720 totali che comporranno il Parlamento dopo le elezioni, quindi le elezioni servono a decidere la composizione di quella delegazione.

Oggi sabato 8 giugno i seggi apriranno alle 15 e chiuderanno alle 23. Domenica 9 giugno apriranno alle 7 e chiuderanno alle 23. Bisogna portare con sé al seggio un documento d’identità, la tessera elettorale ed eventuali altri documenti necessari (per esempio l’attestazione per gli studenti fuori sede o la documentazione medica per le persone con disabilità per il voto assistito). Una volta entrati nella cabina ci si trova davanti una scheda elettorale diversa a seconda della propria circoscrizione. 

I simboli tondi rappresentano le varie liste elettorali, singoli partiti o gruppi di partiti. Si vota mettendo una X sul simbolo della lista che si vuole votare, con la matita copiativa fornita dal seggio elettorale.

Ci si può limitare a mettere una X sul simbolo della lista, oppure, oltre a mettere la X sul simbolo, si possono esprimere anche preferenze sui candidati e le candidate di quella specifica lista. Si possono esprimere da una a un massimo di tre preferenze. Per farlo basta scrivere il nome e il cognome (o solo il cognome) della persona o delle persone sulle righe di fianco al simbolo.

Sulle preferenze ci sono due regole. La prima è rispettare la rappresentanza di genere: se se ne indica più di una, non si possono scrivere i nomi di sole donne o di soli uomini, ma almeno una deve essere di genere diverso dalle altre persone indicate. In caso contrario verrà considerata valida solo la prima preferenza, e verranno annullate la seconda e/o la terza. La seconda regola è che non è possibile il voto disgiunto: significa che i candidati e le candidate per cui si esprime una preferenza devono far parte della stessa lista votata.

Dopo la chiusura dei seggi, alle 23, le schede verranno scrutinate e tutta la documentazione verrà inviata all’ufficio elettorale provinciale e poi all’ufficio elettorale nazionale. Verranno calcolati i voti ottenuti da ciascuna lista, e poi le preferenze ottenute dai vari candidati e candidate. Per poter ottenere dei seggi al Parlamento Europeo, le liste elettorali devono superare il 4 per cento dei voti su tutto il territorio nazionale, come previsto dalla legge elettorale italiana per le elezioni europee. I partiti che prenderanno di meno, quindi, non avranno diritto a nessun seggio nel Parlamento Europeo.

Le schede elettorali
 

Circoscrizione nordoccidentale (Lombardia, Liguria, Valle D’Aosta e Piemonte)Circoscrizione nordoccidentale 
 


 

Circoscrizione nordorientale (Veneto, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna)Circoscrizione nordorientale

 

Circoscrizione centrale (Lazio, Umbria, Marche e Toscana)Circoscrizione centrale

Circoscrizione meridionale (Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata e CalabriaCircoscrizione meridionale

Circoscrizione insulare (Sardegna e Sicilia)Circoscrizione insulare
 

 

 

 






in evidenza
Affari in Rete

Politica

Affari in Rete


in vetrina
Ferrero, arriva anche il gelato Nutella: scoppia già la mania per l'ice cream

Ferrero, arriva anche il gelato Nutella: scoppia già la mania per l'ice cream


motori
Stellantis: lancia i software per una mobilità del futuro

Stellantis: lancia i software per una mobilità del futuro

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.