A- A+
Politica
Europee, 20% o Schlein va a casa. Pd, le manovre di Orlando e Franceschini
Elly Schlein

Alle Europee 2024 Schlein si gioca tutto

 

Analizzando la sconfitta elettorale del Partito Democratico a molti è sfuggita una frase dell'ex ministro Andrea Orlando, secondo il quale il partito "deve avere un gruppo dirigente all'altezza di questo passaggio".

Stando alle indiscrezioni raccolte da Affaritaliani.it ci sarebbero in particolare due nomi della segreteria scelta da Elly Schlein: la prima è Marta Bonaffoni, coordinatrice della segreteria, il secondo è Igor Taruffi, responsabile dell'organizzazione che proviene da Sel e si è iscritto al Pd solo qualche giorno prima dell’incarico delicatissimo. I due, secondo le interpretazioni che si fanno in casa Dem, per Orlando (e non solo lui) sarebbero inadeguati e non all'altezza.

Per il momento la segretaria va avanti tranquilla e come ha detto ieri sui social "a chi pensa che sia finita, dico solo che abbiamo appena cominciato". Ma dietro le quinte, all'interno del corpaccione del partito sono già in atto movimenti e i retroscena si sprecano. L'interpretazione maligna dell'intervista di ieri a Repubblica dell'ex ministro Dario Franceschini "Non commettiamo l'errore di ingabbiare Schlein") è che secondo il leader di Area Dem la segretaria è debole quindi è inutile attaccarla, tanto la teniamo (noi dirigenti della vecchia guardia, ndr) sotto scacco.

Ad ogni modo, salvo clamorosi errori o rivolte interne dei gruppi parlamentari rispetto alle indicazioni della leader eletta con le primarie, l'orizzonte è quello delle elezioni europee del 2024. Lì Schlein si gioca tutto. Il suo sogno, che al momento appare irrealizzabile, è quello di superare Fratelli d'Italia e diventare il primo partito italiano. Ma, appunto, al momento appare solo un sogno. All'interno del partito - secondo quanto risulta ad Affaritaliani.it - la Linea Maginot è il 20%.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
pd schlein elezioni europee





in evidenza
Matteo Berrettini is back, che balzo in classifica Atp: oltre 30 posizioni

Così è rinato il tennista azzurro

Matteo Berrettini is back, che balzo in classifica Atp: oltre 30 posizioni


in vetrina
Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico

Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico


motori
Luca de Meo CEO Renault: "serve flessibilità per la transizione ai veicoli elettrici"

Luca de Meo CEO Renault: "serve flessibilità per la transizione ai veicoli elettrici"

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.