A- A+
Politica
Il Pd puntava a proteggere le ladre. Ma il blitz leghista ha fermato tutto

Ritirata la proposta di legge

Il Pd pifferaio andò per suonare e invece fu suonato. Così si è conclusa la vicenda di una legge che il Partito democratico aveva già presentato nellascorsa legislatura e che ora voleva “migliorare” nel senso che voleva aiutare ulteriormente le“madri ladre” a non finire in gattabuia ed invece si era ritrovato due emendamenti della maggioranza per inasprire le condizioni estendendole finalmente anche alle donne incinte. Accortosi della cosa il Pd ha repentinamente tolto le firme facendo decadere la legge.

Ma poco è valso agli ingenui democratici visto che la Lega ha subito proposto una modifica all’articolo 146 del codice penale che prevede un differimento automatico della pena. La proposta di legge porta la firma del Capogruppo in Commissione Giustizia della camera Jacopo Morrone che ha dichiarato a tal proposito: "La proposta di legge sulle detenute madri la ripresentiamo noi visto che il Pd ritirando le firme dal provvedimento l'ha fatta decadere. E noi ripresenteremo un testo che contiene le proposte dimodifica che erano state approvate e che prevedono che non ci siano più scuse per le donne incinte. Anche loro, se tornano a delinquere, finiranno in carcere".

Il solito Zan, quello del DDL liberticida che fortunatamente non passò nella scorsa legislatura, non si è fatto certo sfuggire l’occasione e tosto e ratto ha commentato a sua volta: "Questo era un testo che era già stato votato da un ramo del Parlamento nella precedente legislatura. Noi lo avevamo ripresentato per migliorare le condizioni delle detenute madri, ma la maggioranza lo ha trasformato inserendovi norme che di fatto peggiorano le cose consentendo addirittura alle donne incinte o con figli di meno di un anno di età di andare in carcere. Così non ha più senso, quindi ritiriamo le firme".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
pd protegge le ladre





in evidenza
Impennate in moto e nozze con l'assassino, Perrino a Ore 14: "Siamo nella società dello spettacolo"

L'intervento del direttore di Affari

Impennate in moto e nozze con l'assassino, Perrino a Ore 14: "Siamo nella società dello spettacolo"


in vetrina
Fuorisalone, la guida di Affari agli eventi della Milano Design Week 2024

Fuorisalone, la guida di Affari agli eventi della Milano Design Week 2024


motori
Mercedes-Benz arriva la gamma Van con innovazioni Hi-Tech

Mercedes-Benz arriva la gamma Van con innovazioni Hi-Tech

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.