A- A+
Politica
L'Italicum e i politici tapis roulant


Di Ernesto Vergani


Dopo il via libera della Camera alla terza e ultima fiducia posta dal Governo sull'Italicum e  in attesa  della votazione finale di lunedì, per come si stanno mettendo le cose, l'Italia e gli italiani dovranno accogliere quanto voluto dal presidente del Consiglio Matteo Renzi.

Certo ci vuole coraggio per cambiare e l'Italia va cambiata. Le riforme si fanno con le leggi e il bicameralismo perfetto rende immobile il Paese. Per molti commentatori  il Paese però si può ritrovare a fare un salto mortale con la riforma del Senato e la legge elettorale (Italicum).

Secondo Michele Ainis, "l'Italicum determina l'elezione diretta del premier consegnandogli una maggioranza chiavi in mano" (Corriere della Sera di oggi). In sostanza la riforma elettorale si tradurrebbe   in una riforma costituzionale, fatta però con legge ordinaria e non costituzionale appunto.

La riforma del Senato sarebbe una sorta di spostamento d'accento. Principi della democrazia liberale, come l'elezione diretta dei rappresentanti del popolo (del territorio) al Parlamento e il federalismo, sono pressoché assenti.

Non dovrebbe esserci   deriva  verso il partito unico e l'uomo troppo potente, ma sempre Ainis scrive: "Il costituzionalismo alleva una ragione scettica, diffidente nei confronti del potere. Perché ha esperienza dell'abuso, sa che l'uomo troppo potente diventa prepotente."

Di sicuro il potere è (anche) fine a se stesso. Le logiche con cui si auto-alimenta sono tanto più oscure in un Paese cattolico come l'Italia e quindi "ipocrita" nel senso etimologico (sinonimo sostanzialmente di "attore"). E Matteo Renzi e i suoi boys and girls   rappresentano (anche) una nuova forma  con cui i cattolici escono dalla sagrestia. (Una sorta di superamento, quasi di sintesi inconsapevole, della annosa battaglia tra Azione cattolica e Comunione e liberazione).

Ciò che più infastidisce è il contorno del potere. I politici yes man o uomini tapis roulant per cui basta andare nella direzione del potere e tu comunque ci guadagnerai.  Logica questa che può assumere   caratteristiche grottesche nell'epoca della comunicazione, del marketing della politica, della programmazione neuro linguistica e via discorrendo.

Come infastidiscono i giornalisti falsamente critici (in realtà adulatori) e frasi vagamente minatorie. "Non affrontiamo questo passaggio per via disciplinare" - ha sostenuto un esponente del Pd circa lo strappo della minoranza. In questi giorni la minoranza del Pd, a partire da Pier Luigi Bersani e Stefano Fassina, hanno posto l'accento sulla democrazia, meno su due elementi essenziali di essa: individuo e libertà.

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
italicum
in evidenza
Neve e gelo all'assalto dell'Italia Le previsioni sono da brivido

Meteo, offensiva siberiana

Neve e gelo all'assalto dell'Italia
Le previsioni sono da brivido

i più visti
in vetrina
Kendall Jenner sfida meteo, neve e gelo in bikini nero. Guarda che stivali!

Kendall Jenner sfida meteo, neve e gelo in bikini nero. Guarda che stivali!


casa, immobiliare
motori
Audi rinnova la  partnership con Cortina per valorizzare l’ecosistema montano

Audi rinnova la  partnership con Cortina per valorizzare l’ecosistema montano


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.