A- A+
Politica
La politica italiana farebbe meglio ad andare a scuola dai "Ferragnez"

Diciamoci la verità: Chiara Ferragni ha espresso quello che molti italiani pensano della Lombardia, ma con più forza e determinazione di quanto sappiano fare diversi politici di professione. E se il tono della voce di chi invoca una svolta nella (ex?) locomotiva d'Italia era già molliccio prima, dopo la visita in loco di Figliuolo e Curcio - coi loro toni paludati – si è afflosciato anche il morale.

L’entrata a gamba tesa della più famosa influencer italiana segue di poche ore quella del marito Fedez sul DDL Zan: dopo quello dell'attacco di panico, il rapper ha infranto un altro tabù machista, parlando apertamente del figlio che gioca con le bambole e del fatto che a lui non creerebbe alcun problema se in futuro volesse anche indossare capi tipicamente femminili.

Nella battaglia per i diritti LGBTQ+ sono scesi in campo anche Mahmood (“Fondamentale approvare la legge Zan”), una durissima Elodie (che ha dato degli “indegni” a chi la avversa) e una ancora più sarcastica Levante, che ha suggerito al Sen. Pillon “non è mai tardi per iniziare un percorso di terapia che la aiuti a comprendere l’importanza dell’altro, il diritto dell’altro a essere chi vuole (liberamente) e il dovere di uno Stato a tutelarne la libertà".

Prese di posizione che subito hanno conquistato i social in maniera virale, per via del loro carattere spontaneo e della credibilità della quale questi giovani artisti godono, a differenza di molti politici.

“Felice è il popolo che non ha bisogno di eroi”, diceva Bertold Brecht, ma quando si fa fatica a trovare dei semplici punti di riferimento nei quali nutrire fiducia, vuol dire che la crisi è profonda.

E forse sarebbe il caso di imparare qualcosa da questi personaggi, spesso snobbati. Viviamo nell’epoca del “brand activism” (definizione di Philip Kotler, guru del marketing mondiale), nella quale i brand prendono posizione su temi anche divisivi, accettandone il rischio. In questo non c’è differenza tra un’azienda, un’artista e un comune cittadino. Solo i partiti sono rimasti fermi al millennio scorso, spesso anche perché malati di eccessivo realismo e incapacità di entusiasmarsi ed entusiasmare.

Commenti
    Tags:
    chiara ferragnifedezmamoohdddl zancommissariamento lombardia
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    Miriam Leone, doccia bollente L'attrice si leva i vestiti. Foto

    Tatangelo, Belen... Gallery vip

    Miriam Leone, doccia bollente
    L'attrice si leva i vestiti. Foto

    i più visti
    in vetrina
    Elisabetta Canalis, zip della tuta giù: scollatura da infarto. Maddalena Corvaglia senza reggiseno

    Elisabetta Canalis, zip della tuta giù: scollatura da infarto. Maddalena Corvaglia senza reggiseno


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Arrivano le nuove Alpine A110 Trackside!

    Arrivano le nuove Alpine A110 Trackside!


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.