A- A+
Politica
Letta vuole tornare a Parigi? Al massimo può fare "la segretaria"

Letta vuole tornare a Parigi, ma alla "Ville Lumiere" un segretario dimissionario non interessa...

Intanto togliamo di mezzo quella che è una leggenda metropolitana: Enrico Letta non insegnava alla prestigiosa università parigina della Sorbona. Più che altro si tratta di una volgare fake news messa in giro da qualcuno. Per dirimere la questione, tuttavia, abbiamo dovuto cercare il CV originale di Letta in cui c’è scritto testualmente che dal settembre 2015 al marzo 2021 ha svolto il ruolo di Direttore del Dipartimento di Affari Internazionali, gestione curricula universitari del SciencesPo Paris.

E quindi semmai tornasse non tornerebbe alla Sorbona ma appunto a questa scuola dove neppure insegna, ma gestisce semplicemente i CV. Non sembra questo un incarico particolarmente prestigioso, anzi sembra un incarico amministrativo e se vogliamo da segretaria di alto livello, ma non didattico.

Letta è laureato all’Università di Pisa in Scienza Politiche con indirizzo internazionale. Se guardiamo il suddetto CV poi possiamo vedere che in passato Enrico Letta ha ricoperto incarichi universitari di docenza tutti a contratto sempre nello stesso istituto parigino. Come del resto in passato aveva fatto alla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa e alla Libera Università Carlo Cattaneo di Castellanza. Quindi non aveva mai avuto un ruolo di vero e proprio professore universitario perché, come noto, i “docenti a contratto” sono figure accessorie al vero corpus insegnante di un ateneo.

Detto questo, segnaliamo ieri una corrosiva “Dagonews” che riportava come Letta stesse pensando di tornare a Parigi presso lo stesso istituto dove “insegnava” fino alla sua chiamata in Italia come segretario del Pd ma facendo anche notare come “a Parigi non hanno l’anello al naso” e i vertici di detto istituto stanno prendendo tempo perché giustamente una cosa è stato accollarselo da ex Presidente del Consiglio quando Matteo Renzi lo ha brutalizzato con l’ormai famosissimo “Enrico, stai sereno” che è diventato addirittura un modo di dire internazionale, tradotto in tutte le lingue del globo e una cosa è riprenderselo ora da segretario dimissionario del Pd.

Insomma, a Parigi si sono fatti due conti e hanno tratto la logica conclusione che non gli conviene. Vuoi perché il posto attualmente è stato già occupato magari da una vera segretaria bionda e avvenente, vuoi perché ci sarebbe una diminuzione di prestigio dell’Istituto stesso accollandosi una sorta di “residuo istituzionale” non spendibile affatto all’esterno.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
lettaparigi





in evidenza
Al via le riprese del primo docufilm sulla vita privata di Alberto Sordi

Guarda le immagini

Al via le riprese del primo docufilm sulla vita privata di Alberto Sordi


in vetrina
Milano/ Nuovo flagship store per Swarovski: oltre 500 metri quadri in Duomo

Milano/ Nuovo flagship store per Swarovski: oltre 500 metri quadri in Duomo


motori
DS Automobiles, ordinabili in Italia le nuove Hybrid: DS 3 e DS 4

DS Automobiles, ordinabili in Italia le nuove Hybrid: DS 3 e DS 4

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.