A- A+
Politica
Meloni, il fact-checking la sbugiarda. Il re del taglio delle tasse è Renzi

I governi che hanno tagliato più tasse: la vera classifica

Giorgia Meloni, dopo la sforbiciata del cuneo fiscale inserito nel decreto Lavoro varato dal suo governo, aveva parlato del "più grande taglio delle tasse da decenni". Ma è davvero così? Stando al fact-checking sembra proprio di no. Il primato infatti - si legge su La Stampa - appartiene a Renzi. Lo sgravio di 80 euro in busta paga del 2014 (960 euro l’anno) era strutturale e valeva 10 miliardi. La platea coinvolta riguardava i lavoratori con reddito annuale sotto i 24 mila euro e con un decalage fino a 26 mila. "Meloni dice cose false, ha litigato con la matematica", attacca il leader di Italia viva. Il calo delle tasse sul lavoro, stabilito dalla presidente Meloni e dal ministro dell’Economia Giancarlo Giorgetti, produce un effetto più forte in termini di riduzione del cuneo perché la misura è concentrata in soli 6 mesi, mentre i precedenti interventi avevano un orizzonte temporale annuale.

Gli esecutivi di Mario Draghi, Matteo Renzi e anche di Romano Prodi e Silvio Berlusconi, - prosegue La Stampa - misero sul piatto più risorse. Non furono da meno il secondo governo di Giuseppe Conte e quello di Enrico Letta. "Questo taglio è una bugia", attacca il capogruppo del Pd al Senato Francesco Boccia, che aggiunge: "E’ un bonus di 50 euro da luglio a dicembre". Giorgetti risponde alle critiche così: "Incredibile contestare una riduzione di tasse per i lavoratori". Anche Draghi è fuori dal podio nonostante una riduzione Irpef da 7 miliardi. L’ex premier Renzi finanziò gli 80 euro con 10 miliardi di spesa, alle sue spalle c'è Conte con 8 miliardi. Il primo grande intervento sul costo del lavoro è del governo Prodi con 7,5 miliardi nel 2007. Fuori dal podio anche Berlusconi, Meloni fanalino di coda.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
giorgia melonimatteo renzitasse





in evidenza
La vendetta di Taylor Swift in un brano: "revenge song" contro il suo ex

L'attacco a Fernando Alonso

La vendetta di Taylor Swift in un brano: "revenge song" contro il suo ex


in vetrina
Boom per Salone del Mobile 2024 e Fuorisalone: i numeri tornano ai livelli pre Covid

Boom per Salone del Mobile 2024 e Fuorisalone: i numeri tornano ai livelli pre Covid


motori
Opel celebra 125 anni dalla nascita della produzione industriale dell’ auto

Opel celebra 125 anni dalla nascita della produzione industriale dell’ auto

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.