A- A+
Politica
Meloni non sa la storia e crede solo alle lamentazioni di Zelensky
Giorgia Meloni

Meloni, ex studentessa modello con ottimi voti anche in storia, non dovendo essere interrogata in storia contemporanea, non l'ha studiata e crede solo alle lamentazioni di Zelensky


Peccato che Antonio Pennacchi ci abbia lasciato un anno e mezzo fa.

L'uomo ebbe la fantasia e l'ardire di parlare di fascio-comunismo, di descrivere il deludente peregrinare tra i diversi partiti,  (d'estrema destra ed estrema sinistra). Diede a Cesare quello che era ed è di Cesare, avendone vissuta in parte l'atmosfera, direttamente nell'infanzia, soprattutto per i racconti dei suoi: la grande impresa fascista della bonifica dell'Agro Pontino, in cui il merito di Mussolini fu quello di far stanziare somme adeguate a un progetto messo a punto da tecnici che ne visionarono tanti di vecchi, risalenti addirittura fino a Leonardo Da Vinci.

E che dire delle ricadute degli scritti del fascio-comunista, tipo "Mio fratello è figlio unico"? Segnalargli queste ricadute sarebbe il regalo più azzeccato da fare ad Harry duca di Sussex che è diventato così esperto in figli unici con fratelli, da comunicare a suo fratello William, notissimo figlio unico, che anche lui, padre di due maschi e una femmina, avrà in George il figlio unico. E poi fargli notare che se pensa che con la diarchia si risolverebbe il suo problema esistenziale, sbaglia di grosso. Basta informarsi su come vanno le cose a San Marino e ad Andorra. E poi, anche nelle diarchie, i terzi arrivati, se teste calde come lui, farebbero casini, dicendo che i due fratelli maggiori, sono "figli unici".

Ricordando l'attacco di uno scatenato Pennacchi al rassegnato incassatore Salvini, sul problema dell'immigrazione, di fronte all'attuale situazione degli uffici postali, tanto per dirne una, con personale esausto di fronte al numero crescente di immigrati che inviano alle famiglie tutto o parte del loro reddito di cittadinanza (La Verità) forse sarebbe meno aggressivo. Forse. Ma dai sistematici abbandoni delle posizioni estremiste, descritte da esperienze un po' inventate e molte vissute, credo che direbbe che non bisogna essere geni della politica e grandi studiosi di storia, per capire che la bionda piaciona non s'accorge che sta dando un suo contributo a spingerci ogni giorno di più verso la Terza Guerra Mondiale. E il vuoto Amadeus, che non si sa perché sia diventato il factotum di Sanremo? Né lui, né Vespa hanno trovato disdicevole il comportamento di Zelensky che ha sollecitato un suo invito nella serata finale del Festival di Sanremo. E' evidente che i sorrisi e gl'inviti della piaciona hanno fatto sembrare al matto ucraino del tutto normale l'accostamento delle frivolezze e allegrie sanremesi con la sempre più tragica situazione di un uomo che sta facendo distruggere il paese che dice d'amare tanto. Per fortuna l'ovazione che era sicuro di ricevere, quasi sicuramente sarà rovinata da chi, evidentemente, non condivide sorrisi e inviti della biondina. Ma cosa avrebbe potuto fare il nostro governo? Siamo realisti! Condivido il suggerimento del Prof Orsini: dire a Zelensky "Ti do queste altre armi o questi altri soldi, se accetterai di trovare uno spiraglio per iniziare a discutere, accettando, per esempio, di riconoscere la presenza e i diritti di cittadini ucraini che si sentono russi, altro che ammazzarli!"

Iscriviti alla newsletter
Tags:
meloni zelensky





in evidenza
Fagnani in crisi con Mentana? L’indizio rivelatore che incuriosisce

La coppia più famosa del giornalismo

Fagnani in crisi con Mentana? L’indizio rivelatore che incuriosisce


in vetrina
Fuorisalone, la guida di Affari agli eventi della Milano Design Week 2024

Fuorisalone, la guida di Affari agli eventi della Milano Design Week 2024


motori
Antera svela i nuovi cerchi in lega alla Milano Design Week 2024

Antera svela i nuovi cerchi in lega alla Milano Design Week 2024

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.