A- A+
Politica
Migranti, Meloni studia il modello Turchia: più fondi e militari in Africa

Migranti, Tajani: "Reazione di Parigi sproporzionata". L'Ue verso una riunione straodinaria dei ministri. L'Italia punta al piano "turco" 

S'infiamma la questione migranti in Italia. E mentre Parigi sferza un nuovo attacco, Roma si mobilita verso un nuovo vertice, replicando con toni poco clementi: "Facile essere accoglienti con i porti degli altri, ora serve un piano europeo". Sullo sfondo il governo starebbe infatti studiando un nuovo piano sulla scia di quanto già fatto da Ankara. 

Secondo quanto riferisce il Messaggero nel piano che il governo italiano sta preparando in vista del vertice europeo dei ministri degli Interni in programma a fine mese, c’è infatti la replica di ciò che l’Ue ha fatto per bloccare la rotta balcanica su richiesta della Germania e dei Paesi del Nord Europa travolti dall’ondata dei profughi siriani. Al vertice dei ministri degli InterniPiantedosi chiederà lo stanziamento di ingenti risorse sul modello turco. L’obiettivo è organizzare campi profughi in Nord Africa, soprattutto in Tunisia e Libia, con la presenza di organizzazioni umanitarie e forze militari europee. “Dovremo garantire condizioni adeguate di accoglienza per i migranti e sicurezza soprattutto in Libia, dove la Russia destabilizza”, ha raccontato una fonte del governo al quotidiano romano. 

LEGGI ANCHE: Migranti, Italia con Malta, Cipro e Grecia alla Ue: "Navi Ong violano regole"

Intanto, nella tarda serata di ieri la ministra degli Esteri francese Catherine Colonna in un'intervista a Le Parisien ha affermato che "se l'Italia insiste con questo atteggiamento ci saranno conseguenze. Da parte nostra, abbiamo sospeso il dispositivo di ricollocamento dei migranti provenienti dall'Italia e rafforzato i controlli alle frontiere franco-italiane. Bisogna richiamare Roma al suo dovere di umanità. Sperando che comprenda il messaggio".

Da parte sua, l'Ue pensa ora di convocare una riunione ad hoc sui migranti dopo lo scontro tra Italia e Francia. Secondo fonti di Bruxelles rilanciate dalle principali agenzie stampa l'incontro servirebbe per fare il punto sulla nuova crisi e portare avanti un'iniziativa europea potrebbe essere anche solo a livello tecnico, ma non si esclude che al tavolo ci siano i ministri dell'Interno.

Migranti, Tajani: "Reazione della Francia spropositata" 

Intato oggi è intervenuto sulla questione migranti anche il ministro degli Esteri Antonio Tajani che ha definito la reazione della Francia alla questione dei migranti salvati dalla nave Ocean Viking "sproporzionata, anche per questioni loro di politica interna" e ora "è l'Europa che deve fare un piano, non l'Italia". Sulla disputa con il governo francese, il capo della Farnesina ha detto che l'Italia sul tema migranti ha "posto un problema politico, non volevamo creare alcuna polemica. Vogliamo un'azione europea pià forte perché i settemila chilometri di costa italiana sono la frontiera Sud dell'Europa".

Secondo Tajani, "servono un vero piano Marshall europeo per l'Africa e accordi con Libia, Tunisia, Marocco, Niger e altri Paesi del Sahel". Il ministro ha negato l'isolamento internazionale dell'Italia: "Non siamo affatto isolati - ha detto - Germania e Lussemburgo rispetteranno i patti, come noi. E sono solidali anche Grecia, Malta e Cipro che hanno firmato con l'Italia una dichiarazione congiunta dei ministri dell'Interno perché hanno lo stesso problema".

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
migrantiparigi





in evidenza
Il "comizio" di Vittorio Sgarbi a Tricase (Lecce)

Affari va in rete

Il "comizio" di Vittorio Sgarbi a Tricase (Lecce)


in vetrina
La voce di Robert De Niro nello spot elettorale di Biden: "Trump è un dittatore, vuole vendetta". VIDEO

La voce di Robert De Niro nello spot elettorale di Biden: "Trump è un dittatore, vuole vendetta". VIDEO


motori
Nuovi incentivi auto: opportunità per l'Italia e l'industria automotive

Nuovi incentivi auto: opportunità per l'Italia e l'industria automotive

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.