A- A+
Politica
Norma anti-rave, subito modifiche. Sisto: "Bisogna evitare le intercettazioni"

Norma anti-rave, in maggioranza c'è chi spinge per cambiare il testo

Il governo Meloni, appena 48 ore dopo avere approvato la legge anti-rave, adesso pensa già a modifiche. Le pressioni per mettere mano al testo arrivano dall'ala garantista della maggioranza. Il decreto presentato dal ministro dell’Interno Matteo Piantedosi - si legge sul Corriere della Sera - mostra almeno due criticità, sulle quali esponenti della stessa maggioranza chiedono di intervenire: l’eccessiva genericità della norma per definire "l’invasione arbitraria di terreni o edifici altrui, pubblici o privati" e la possibilità di intercettare alla ricerca di ipotetici responsabili del nuovo reato. Le modifiche spetteranno al Parlamento chiamato a convertire il decreto in legge entro la fine dell’anno.

Proprio la possibilità di intercettare chi organizza i raduni potenzialmente illegali - prosegue il Corriere - è uno dei problemi segnalati nel neo-viceministro di Forza Italia Francesco Paolo Sisto. Ha ribadito che la premier Giorgia Meloni e il suo vice (nonché ministro degli Esteri) Antonio Tajani hanno specificato che «le intercettazioni non devono essere possibili» in questo tipo di indagini, cioè il contrario di quanto previsto dal decreto che fissa a sei anni di carcere il tetto massimo della pena prevista; sopra i cinque, infatti, i pubblici ministeri hanno diritto a chiedere e ottenere le registrazioni dei colloqui. Sisto ha già individuato la soluzione: «L’unico sistema è portare la pena a un livello che inibisca l’uso delle intercettazioni», quindi sotto i cinque anni.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
governorave





in evidenza
"Tu che che cazzo vuoi? Non alzare la voce"

De Filippi furiosa in tv

"Tu che che cazzo vuoi? Non alzare la voce"


in vetrina
Annalisa, "la lingua era nella sua gola...". Quando ha rischiato di morire

Annalisa, "la lingua era nella sua gola...". Quando ha rischiato di morire


motori
Carlos Tavares politicizza il futuro dell'automobile a "L'Événement" su France 2

Carlos Tavares politicizza il futuro dell'automobile a "L'Événement" su France 2

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.