A- A+
Palazzi & potere
Mario Draghi "atlantista", il retroscena: addio al "partito cinese" del M5s
(fonte Lapresse)

Un governo "europeista e atlantista". Molti di Mario Draghi hanno sottolineato soprattutto il primo elemento, forse per mettere in difficoltà Matteo Salvini, alleato "impensabile". Ma la verità, come sottolinea anche il Corriere della Sera è che è il secondo elemento, "l'atlantismo", una delle cesure vere con le esperienze del recente passato. Tradotto: una rottura netta con certe tentazioni del Movimento 5 Stelle.

Pare che anche i riformisti del Pd avessero già contestato agli alleati certe posizioni: "Da mesi - scrive il Corsera - denunciavano la presenza nella maggioranza e nel governo di un «partito cinese» - così era stato definito - con profonde ramificazioni nelle strutture dello Stato". Lo scontro, si sottolinea "era emerso quando Giuseppe Conte, nel suo ultimo discorso di fiducia, aveva di fatto equiparato il rapporto dell'Italia con Washington a quello con Pechino", costringendo il ministro della Difesa Lorenzo Guerini, democratico, a metterci una pezza.

Commenti
    Tags:
    mario draghiluigi di maiom5scinapechino





    in evidenza
    Calafiori, emozioni forti per il difensore durante la partita Italia-Croazia

    EUROPEI

    Calafiori, emozioni forti per il difensore durante la partita Italia-Croazia

    
    in vetrina
    McDonald's dopo il gelato al bacon bandisce gli ordini con l'IA

    McDonald's dopo il gelato al bacon bandisce gli ordini con l'IA


    motori
    Da 100 anni Citroën è al fianco degli italiani

    Da 100 anni Citroën è al fianco degli italiani

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.