A- A+
Politica
Pnrr, Baldino (M5s): “Non si perda nemmeno un euro, disponibili al dialogo”
Vittoria Baldino

Vittoria Baldino (M5s) parla con affaritaliani.it

Puntuta e spigliata. Giuseppe Conte si fida molto. È una fedelissima, tanto che a lei è stata affidata la comunicazione in tv. Nei tg e nei talk si vede quotidianamente e a Montecitorio siede a fianco dell’ex premier. Avvocata classe 1988, Vittoria Baldino è cresciuta a pane e soppressata (è calabrese di Rossano, in provincia di Cosenza).

Nel dibattito alla Camera di qualche settimana fa, sulla strage di Cutro, ha definito il vicepremier Matteo Salvini “un coniglio che scappa”. Insomma, una che non tira mai via la gamba quando c’è da andare in tackle.

Affaritaliani.it l’ha interpellata all’indomani del terremoto politico scatenato dalle parole del capogruppo della Lega alla Camera, Riccardo Molinari, che proprio sul nostro sito ha messo in discussione le risorse del Pnrr chiedendo al governo di valutare l’ipotesi di rinunciare ai fondi presi a debito (oltre 100 miliardi di euro).

“È una proposta bizzarra”, taglia corto Baldino. “Invece di discutere nella stessa maggioranza su che cosa fare di questi soldi, visto che una volta tanto non si tratta di carenza ma di abbondanza di risorse, dovrebbero abbassare il capo e sedersi a un tavolo anche con le opposizioni, con noi dei 5 Stelle che abbiamo avuto il merito di portare a casa questi 209 miliardi. C’è da capire che cos’è che non ha funzionato e dove si è incagliato questo percorso di attuazione del Pnrr e cercare di capire come dare una svolta all’attuazione, coinvolgendo gli amministratori e dando una svolta alle assunzioni nella Pa done dove la ricetta dell’ex ministro Brunetta nel governo Draghi è stata fallimentare. Abbiamo chiesto che la presidente Meloni venga a riferire in Aula rispetto allo stato degli investimenti, visto che da una parte Fitto lancia l’allarme, ma gli stessi esponenti di governo dicono che si fa allarmismo. Molinari propone di restituire una parte dei soldi, Mattarella chiama la presidente Meloni al Quirinale per discutere del Pnrr e all’indomani Meloni dice che non c’è nessun problema”.

Vittoria Baldino e Giuseppe ConteVittoria Baldino e Giuseppe Conte

Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Fazzolari ha indicato voi dei 5 Stelle come “colpevoli” di questa impasse, a causa della frettolosità con cui avete scritto il Pnrr. Vi sentite responsabili?

“Ma lei lo sa che rispetto a ogni cosa che accade nel Paese è sempre colpa del M5s? (ride). Ormai è un mantra. Non si può cancellare la storia anche se le destre ci stanno provando. È agli atti che il M5s con il presidente Conte ha avuto il grande merito di far passare il concetto di debito comune per sostenere i paesi più in difficoltà (a causa della pandemia da Covid ndr). Poi Conte è stato mandato a casa e non ha avuto neanche il tempo di metterlo a terra il piano. Tanto è vero che è subentrato Draghi che ha completato e cambiato in alcune parti il progetto, modificando il sistema di governance. Poi è arrivata Meloni, che ha cambiato nuovamente la governance, e c’è stato un corto circuito, una discontinuità che non ha fatto bene allo stato, alla programmazione e al monitoraggio degli investimenti. Lo sport preferito di questo governo è la ricerca del colpevole ma si sono accorti che ora governano loro? Dovrebbero assumersi le loro responsabilità. Noi, più di dimostrare massima propensione al confronto non possiamo fare. Sta a loro raccogliere la nostra disponibilità e cercare di lavorare insieme perché di questi soldi nemmeno un euro deve essere perduto”.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
baldinopnrr





in evidenza
Carico abbondante di neve in arrivo, altro che primavera

Inverno pieno

Carico abbondante di neve in arrivo, altro che primavera


in vetrina
Annalisa vince il Controfestival 2024. Angelina Mango ko fuori dal podio

Annalisa vince il Controfestival 2024. Angelina Mango ko fuori dal podio


motori
INEOS Fusilier: il nuovo 4x4 a zero e basse emissioni

INEOS Fusilier: il nuovo 4x4 a zero e basse emissioni

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.