A- A+
Politica
Qatargate, l'Italia non consegna Cozzolino ai pm belgi: "Non avete prove"

Qatargate, tutte queste accuse generiche che lasciano dubbi

Lo scandalo del Qatargate è ad un punto fermo ormai da troppo tempo, con la scarcerazione della ex vicepresidente Ue Eva Kaili, la sensazione è che i pm belgi non abbiamo fatto significativi passi in avanti nelle indagini. Tutto è fermo ai primi giorni, con l'arresto di Panzeri e Giorgi. E ora che sarà del Qatargate, dopo le roboanti premesse? Le scarcerazioni - si legge su La Stampa - non implicano un indebolimento dell’accusa. In Belgio dopo alcuni mesi l’attenuazione delle misure cautelari è prassi, per il venir meno del rischio di collusioni tra indagati. I conti correnti restano bloccati. L’inchiesta va avanti, per il processo se ne riparla tra mesi. Forse anni, perché in assenza di detenuti i tempi si dilatano. Un segnale arriva dalla magistratura italiana e riguarda l'eurodeputato capogruppo del Pd Andrea Cozzolino.

I dubbi che i magistrati italiani esprimevano in privato - prosegue La Stampa - si materializzano ora nell’ordinanza con cui la Corte di appello di Napoli ha rifiutato per la terza volta in due mesi la consegna al Belgio dell’eurodeputato Cozzolino, colpito da mandato di arresto per associazione criminale, corruzione e riciclaggio. I giudici napoletani sollevano tre questioni. Manca un mandato di arresto nazionale, mentre quello europeo inviato all’Italia è davvero scarno quanto a indicazione di imputazioni e prove. Manca «la specifica indicazione del fine cui tende la consegna di Cozzolino», non soddisfatta dalle «indicazioni generiche di atti istruttori» a fronte della privazione della libertà personale. Manca «la conoscenza esatta delle condizioni detentive» in Belgio secondo gli standard anti tortura.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
andrea cozzolinoqatar-gate





in evidenza
Caso gioielli, Scotti punge Fagnani: “Belva addomesticata? Devi fare i nomi”

La conduttrice vs Striscia la Notizia

Caso gioielli, Scotti punge Fagnani: “Belva addomesticata? Devi fare i nomi”


in vetrina
Affari in Rete

Affari in Rete


motori
Lamborghini Urus SE: l'icona dei super SUV diventa ibrida

Lamborghini Urus SE: l'icona dei super SUV diventa ibrida

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.