A- A+
Politica
Quirinale, Mattarella attende in silenzio. Dirà sì solo con richiesta di tutti
Sergio Mattarella (Lapresse)

Quirinale, Mattarella osserva in silenzio

Oltre trecentotrenta voti. Continua a salire il numero di grandi elettori che esprimono il loro favore a Sergio Mattarella. Incuranti del no secco del Presidente all'ipotesi di un suo bis, da M5s e Pd continuano ad arrivare voti, anzi a ogni scrutinio aumentano con una progressione impressionante. Stefano Ceccanti, deputato Pd, nota che tra i grandi elettori c'è stato "un movimento reale dal basso: ai circa 335 voti di stasera vanno aggiunti almeno 35 dei 46 di stamani provenienti dal centrodestra che non hanno partecipato al voto stasera, totale 370". "Poco meno della Casellati" nota qualcuno. Fonti del Nazareno fanno notare che, mentre si è riaperta una trattativa che ha come obiettivo di "preservare l'unità della maggioranza di governo", continua il gioco di "bruciare" nomi di alto livello. Ma soprattutto, dal Pd si "invitano tutti a prendere atto della spinta che da due giorni e in modo trasversale in Parlamento viene a favore della riconferma del Presidente Mattarella". Del resto per la segreteria la prima scelta, da mesi era una conferma dell'attuale inquilino del Colle, linea abbandonata solo per il no del Presidente ma rimasta sempre nel cuore di Letta. Anche Matteo Renzi registra: "Sergio Mattarella è un galantuomo, lo abbiamo votato sette anni fa e lo rivoterei anche domani, ma ha chiesto di non essere tirato per la giacchetta". E quindi apre: "E' chiaro che ogni giorno di stallo diventa piu' probabile la possibilità di andare da lui. Il problema e' che non sappiamo come risponderebbe".

Quirinale, Mattarella direbbe sì solo di fronte a una richiesta di tutti i partiti

Ma Mattarella come potrebbe dire di sì. Fa il punto Ugo Magri su La Stampa: "Tanto per cominciare, qualcuno dovrebbe recarsi da Mattarella e chiedergliela. Non questo o quel leader in ordine sparso, perché l’uomo si è chiamato fuori, evitando qualunque tipo di contatti e di incontri. Ha trascorso la giornata di ieri tra il suo studio presidenziale e l’appartamento in affitto ai Parioli dove sta traslocando, e ci sono ancora gli arredi da sistemare". E conclude La Stampa: "Se stamane si presentassero al Quirinale i rappresentanti di tutti i partiti, o perlomeno di quelli più rappresentativi, e da Enrico Letta a Giuseppe Conte, da Antonio Tajani a Matteo Salvini di comune accordo lo pregassero di restare, Mattarella solleciterebbe risposte chiare a queste domande".

LEGGI ANCHE:

Quirinale, Marcucci: Casellati usata in un gioco al massacro

Quirinale, Mastella: Casellati? Prova di forza, così è bruciata

Quirinale, Zaia: bene portare Casellati. Se eletta governo avanti

 

Commenti
    Tags:
    draghilettamattarellameloniquirinale
    in evidenza
    "Rido con Zalone, amo gli horror Only Fun? Sarà sorprendente..."

    Elettra Lamborghini ad Affari

    "Rido con Zalone, amo gli horror
    Only Fun? Sarà sorprendente..."

    i più visti
    in vetrina
    Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

    Pnrr e opportunità per le Pmi
    CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


    casa, immobiliare
    motori
    Duster protagonista del my Dacia road 2022

    Duster protagonista del my Dacia road 2022


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.