A- A+
Politica
Redditometro, Salvini: "Errore". Renzi: "Meloni scivola sulle bucce di banana"
Matteo Salvini  -  Matteo Renzi

Redditometro, Renzi e Salvini ironizzano sulla premier

 

"Il redditometro è eredità del passato. La ricchezza e il benessere non sono il male. Lo stato non deve perseguire in base alle supposizioni. Bisogna incentivare. E' un errore di percorso, ampiamente superato". Lo ha detto il ministro delle Infrastrutture, Matteo Salvini, nel corso di un incontro nell'ambito del Festival dell'Economia di Trento organizzato dal Gruppo 24 Ore e Trentino Marketing per conto della Provincia autonoma. 

Renzi, non è vero che abbiamo introdotto il redditometro - "Il governo Renzi non ha introdotto il redditometro e il fatto che Meloni menta in un comunicato ufficiale è di rara gravità. Nel 2010, quando la premier era ministra del governo Berlusconi, fu introdotta nel redditometro la spesa media Istat. Una misura illiberale, basata su semplici presunzioni di spesa, che costringeva il cittadino all'onore della prova. Misura inefficace nel recupero del gettito fiscale e inutilmente vessatoria. Per questo il mio governo cancellò le medie Istat nel 2015, medie che il governo Meloni voleva reintrodurre. Si dipingono come conservatori e liberali ma sono i peggiori statalisti". Lo afferma il senatore Matteo Renzi, intervistato dal Sole 24 Ore. Il leader di Italia viva, candidato alle Europee nella lista Stati Uniti d'Europa, attacca anche la segretaria del Pd Elly Schlein, che ha firmato il referendum per abolire il Jobs Act: "Il Jobs act ha creato 1 milione e duecentomila posti di lavoro, di cui la metà a tempo indeterminato - afferma Renzi - Lo rivendico e sono orgoglioso di quella stagione di riforme. Elly Schlein con una mano ha firmato per cancellare una legge che il Pd ha voluto e votato e che ha creato lavoro, con l'altra ha issato il vessillo del reddito di cittadinanza. Oggi chi vota Pd, vota Cgil. La destra è sovranista, la sinistra è populista: gli Stati Uniti d'Europa sono l'unica alternativa per i riformisti di destra e di sinistra".

Renzi, 'redditometro? Meloni scivolata su buccia di banana' - Sul redditometro "come si dice? Un po' una buccia di banana, per non dire altro. Meloni ha sempre sostenuto il contrario di quel che poi ha fatto Leo la settimana scorsa. Ma la cosa importante è che dopo due anni questo governo non ha ancora abbassato le tasse. Dalle mie parti si dice 'poggia e buca fa piano'". Lo ha detto il leader di Iv, candidato con la lista Stati Uniti d'Europa, Matteo Renzi a Mattino 5. "Criticarono i miei 80 euro - ha aggiunto - ma oggi farebbero tanto comodo. Il tema non è il redditometro il problema sono gli stipendi e le pensioni. Ma ora bisogna dire: cara Giorgia Meloni fai un operazione tipo gli 80 euro. Anzi oggi con l'inflazione, ne servirebbero almeno 150". 
 






in evidenza
Dopo l'addio alla Rai, nuova vita a La7: Giovanna Botteri alla corte di Cairo

L'annuncio a sorpresa

Dopo l'addio alla Rai, nuova vita a La7: Giovanna Botteri alla corte di Cairo


in vetrina
Netflix, non solo serie tv e film: ora lancia la sua linea di pop corn

Netflix, non solo serie tv e film: ora lancia la sua linea di pop corn


motori
La Lamborghini Countach LP 400 S di “The Cannonball Run” compie 45 anni

La Lamborghini Countach LP 400 S di “The Cannonball Run” compie 45 anni

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.