A- A+
Politica
Regionali Lazio, sintonia Raggi-Marino: ipotesi di corsa a due contro il M5S

Regionali Lazio, ecco perchè Raggi e Marino potrebbero presentarsi insieme. L'analisi 

Virginia Raggi - dopo un silenzio durato diversi mesi ed iniziato subito prima delle vacanze estive - è tornata a far parlare di sé con una intervista sul Corriere della Sera. Alla domanda se le mancasse lo scranno più alto del Campidoglio ha risposto:  "Se intende la poltrona, le rispondo che non mi manca affatto. Mi hanno detto di tutto, ma è evidente che non ho mai flirtato con il potere”. Una risposta sinceramente molto poco convincente, proprio alla luce della sua storia politica.

Sul nuovo governo ed in particolare su Giorgia Meloni ha dichiarato: "Ho fatto pubblicamente i migliori auguri a Giorgia Meloni. Ci siamo sentite telefonicamente. Ha davanti a sé un incarico impegnativo da far tremare le vene. In più è una donna e per questo non le perdoneranno nulla. La aspettano al varco. Al netto dei provvedimenti dell’esecutivo, che vedremo al lavoro, sono felice che una donna sia alla guida dell’Italia. Era ora".

E qui siamo al darwiniano fenomeno della ricerca della luce riflessa, dopo la perdita verticale di potere che ha subìto dopo la clamorosa sconfitta al secondo turno amministrativo in cui il popolo romano le ha fatto pagare anni di fastidi e disguidi. Non per niente la Raggi si è classificata ultima al secondo turno sebbene fosse il sindaco uscente.

Ma il Raggi – pensiero si esplicita proprio in questa ricerca del potere che ha mostrato “agganciando” la Meloni. Un atto che sta a dire io ci sono ancora, parlo con il premier e poi l’inevitabile riferimento del tutto sballato al fatto che la Meloni è “donna” e quindi non le sarà perdonato nulla. Ma da dove ha tratto la Raggi questa considerazione se non da una algebra della superficialità ideologica da cui non riesce a staccarsi, anche se è in buona compagnia?

La Meloni è diventata premier proprio perché non ha recitato il mantra lagnoso della femmina discriminata dallo strapotere dei maschi alfa. Anzi proprio il contrario. E cioè ha vinto perché non importa essere uomo o donna ma essere una persona valida e questo molte “pasionarie” femministe non riescono proprio a capirlo perché hanno sempre utilizzato sentieri paralleli e scorciatoie per arrivare al potere.

Nella stessa intervista la Raggi ha detto che in questi anni è diventata amica di Ignazio Marino che dai banchi dell’opposizione aveva sempre violentemente attaccato: "Ho chiesto scusa per alcuni attacchi. Le rivelo un segreto. In questi ultimi anni con Ignazio Marino si è creato un buon rapporto, umano e professionale. Ci siamo sentiti spesso, anche quando ero sindaca, e abbiamo discusso dei problemi di Roma. Abbiamo evitato di dare pubblicità alla cosa proprio perché c’era un clima di partigianeria, da una parte e dall’altra, che non sarebbe stato capito. Se parli con qualcuno, subito arrivano quelli che ti accusano di cercare l’inciucio. Spero, sinceramente, che questo periodo sia superato".

Ma cosa farà la Raggi in vista delle elezioni amministrative del Lazio in programma per inizio 2023? Alla domanda precisa ha risposto: “Sto onorando il mio impegno da consigliera in Campidoglio. Di certo, non mi lascio strumentalizzare da beghe interne che sono lontane dai miei interessi e che credo non interessino a nessuno se non a coloro che alimentano queste voci. In questi ultimi mesi, oltre ad aver ripreso la mia attività di avvocato, sto studiando molto: ho approfondito temi legati alla transizione energetica che è un tema prioritario per il futuro dell’Italia, delle nostre aziende e dei nostri figli". 

E cioè, come suo solito, non ha risposto. Ma la citazione di Marino ha destato sospetti. Infatti come è noto la Raggi ha un pessimo rapporto con il leader dei Cinque Stelle Giuseppe Conte che di fatto le ha impedito di andare in Parlamento. Plausibile quindi una sua azione di disturbo nei confronti del Movimento, magari con un suo gruppo di cui si era già parlato tempo fa.

A questo punto la ritrovata sintonia con Marino potrebbe completare il quadro e presentandosi insieme i due ex sindaci proverebbero ad infastidire i Cinque Stelle specificatamente la consigliera e assessora uscente Roberta Lombardi che invece ha un buon rapporto con Nicola Zingaretti. 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
romavirginia raggi





in evidenza
La vendetta di Taylor Swift in un brano: "revenge song" contro il suo ex

L'attacco a Fernando Alonso

La vendetta di Taylor Swift in un brano: "revenge song" contro il suo ex


in vetrina
Boom per Salone del Mobile 2024 e Fuorisalone: i numeri tornano ai livelli pre Covid

Boom per Salone del Mobile 2024 e Fuorisalone: i numeri tornano ai livelli pre Covid


motori
Opel celebra 125 anni dalla nascita della produzione industriale dell’ auto

Opel celebra 125 anni dalla nascita della produzione industriale dell’ auto

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.