A- A+
Politica
Salario minimo, Forza Italia spariglia. Proposta con aumenti fino a 1.500 euro
Antonio Tajani

Forza Italia: non il salario minimo ipotizzato dalle opposizioni ma un doppio intervento, che adegua i "contratti pirata" alle retribuzioni fissate dai contratti collettivi di lavoro

Fi presenta una sua controproposta per sostenere gli stipendi bassi, non il salario minimo ipotizzato dalle opposizioni ma un doppio intervento, che adegua i "contratti pirata" alle retribuzioni fissate dai contratti collettivi di lavoro di categorie simili e che detassa le voci della busta paga diverse dallo stipendio base, vale a dire straordinari, tredicesima e via dicendo. Lo hanno spiegato in conferenza stampa il coordinatore del partito Antonio Tajani, il capogruppo alla Camera Paolo Barelli e le deputate Chiara Tenerini e Rosaria Tassinari, componenti della commissione Lavoro a Montecitorio. "L'inflazione rende troppo bassi i salari degli italiani - ha spiegato Tajani - noi ci siamo posti il problema di come aumentare il salario dei nostri lavoratori". Con la proposta di Fi, viene spiegato, i redditi fino a 25mila euro potrebbero avere un aumento annuo compreso tra i mille e millecinquecento euro. 

Ha spiegato Tajani: "Il modo migliore per cercare di dare salari ricchi ai dipendenti è utilizzare la contrattazione collettiva. Sapete bene che in Italia il 90% dei lavoratori ha un contratto collettivo, però una parte ha contratti non adeguati, a volte sono anche contratti pirata, contratti indecenti che retribuiscono il lavoratore in maniera inaccettabile. Ecco perché nella nostra proposta di legge c'è l'idea di adeguare ai contratti collettivi tutti gli stipendi dei lavoratori, basandosi sulle notizie che ha l'Inps". Si tratta di "far sì che chi non ha un contratto collettivo nazionale fatto dai sindacati e dalle organizzazione datoriali, i 'contratti pirata', vengano assolutamente adeguati. E' un modo per alzare gli stipendi che non sono nella contrattazione collettiva". Poi, l'altro strumento previsto nella pdl di Fi è "un percorso che inizia con una detassazione delle retribuzioni oltre lo stipendio. Un modo per fare avere al lavoratore più di quanto riceve oggi. Dai conti che abbiamo fatto si potrebbe trattare di un aumento annuo tra i mille e i duemila euro".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
salario minimo forza italia





in evidenza
Il grande salto compiuto da Zara: dal fast fashion al mondo del lusso

Boutique eleganti, collaborazioni costose e... L'analisi

Il grande salto compiuto da Zara: dal fast fashion al mondo del lusso


in vetrina
Matilde Gioli dimentica l'ex Marcucci: l'attrice ha trovato un nuovo amore

Matilde Gioli dimentica l'ex Marcucci: l'attrice ha trovato un nuovo amore


motori
CUPRA oltre l’automotive, nasce la partnership con la 37a Louis Vuitton America’s Cup

CUPRA oltre l’automotive, nasce la partnership con la 37a Louis Vuitton America’s Cup

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.