A- A+
Politica
Schlein: "Meloni sarà una delusione. O il Pd cambia oppure è finito"

L'avviso di Schlein: "Il Pd deve cambiare oppure è finito"

Giorgia Meloni "sarà una ennesima delusione per chi l'ha votata. La destra non è cresciuta, ha sempre i suoi dodici milioni di elettori che si sono affidati prima a Berlusconi, poi a Salvini e ora a Meloni. Nonostante siano divisi. Sta a noi fare esplodere quelle contraddizioni". Lo dice la candidata alla segreteria del Partito Democratico, Elly Schlein, in una intervista rilasciata ad Aldo Cazzullo per il Corriere della Sera .

Riguardo alle divisioni all'interno dell'opposizione, Schlein sottolinea che "noi tutti abbiamo il dovere di costruire l'alternativa al governo più di destra della storia Repubblicana. Ma prima occorre che il Pd risalga. Cambiando tutto: volti, visione e metodo: non serve cambiare solo i nomi tenendosi il metodo sbagliato. Basta con la cooptazione. Apriamoci alle donne, ai giovani, alle energie migliori. Scegliamo i nuovi dirigenti in base alla competenza, non alla fedeltà".

In risposta a chi dice che dietro di lei ci sia la vecchia nomenklatura del partito, da Franceschini a Bettini, Schlein taglia corto: "E' una affermazione sessista, tipica di una società patriarcale, per cui se una donna si fa strada dev'essere sempre strumento di qualcun altro. Serve una rottura, una cesura netta con il passato. Preferisco cento volte i dirigenti che hanno capito che o si cambia o si muore, rispetto a quelli che accusano me e fingono di aver passato gli ultimi anni nei campi a raccogliere margherite, anzichè nelle stanze dove si sono prese tutte le decisioni del partito, comprese le alleanze". Infine, alla domanda se pensa di vincere al congresso, Schlein risponde: "Ne sono assolutamente certa. Lo sento. Avverto una mobilitazione incredibile. Lei non ha idea di quanta gente voglia partecipare". 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
melonipdschlein





in evidenza
Fagnani in crisi con Mentana? L’indizio rivelatore che incuriosisce

La coppia più famosa del giornalismo

Fagnani in crisi con Mentana? L’indizio rivelatore che incuriosisce


in vetrina
Fuorisalone, la guida di Affari agli eventi della Milano Design Week 2024

Fuorisalone, la guida di Affari agli eventi della Milano Design Week 2024


motori
Fiat: Partner di Torino Capitale della cultura d’impresa 2024

Fiat: Partner di Torino Capitale della cultura d’impresa 2024

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.