A- A+
Politica
Scuola, pressing di Renzi sulla minoranza del Pd

Nei prossimi tre giorni la minoranza può lavorare a togliere o ridurre gli emendamenti in commissione per consentire alla riforma di essere approvata nei tempi stretti che ci sono. Lo spiegano fonti della maggioranza illustrando la strategia del governo sulla scuola. Se questa proposta viene accettata, se la moral suasion di Renzi viene accolta, si puo' procedere con tutto il piano, comprese le assunzioni, altrimenti il rischio e' che non ci siano piu' i tempi e si rinvii tutto. "Vediamo se i sindacati - osserva un parlamentare della maggioranza - si schiereranno con 100mila lavoratori da assumere o contro".

C'e' chi cerca di stoppare la riforma della scuola, presentando migliaia di emendamenti, ma il governo andrà avanti perché è la prima volta, dopo anni, che si investe nell'istruzione. Lo ha detto il presidente del Consiglio Matteo Renzi su Facebook. "In molti hanno contestato questo provvedimento chiedendone il ritiro e dicendo che avrebbe distrutto la scuola pubblica - ha ricordato il premier - e al Senato di conseguenza il provvedimento è bloccato da migliaia di emendamenti che cercano di stopparne l'approvazione". Ora, ha detto Renzi, "delle due l'una. O questo provvedimento è una sciagura, come dice chi protesta. Oppure, come pensiamo noi, può essere migliorato ma è il primo provvedimento dopo decenni che mette soldi sulla scuola e restituisce continuità educativa ai nostri ragazzi. Discutiamo, facciamo modifiche, ma poi votiamo. Altrimenti saltano gli investimenti".

"Quest'anno con tremila emendamenti in commissione non si riesce ad assumere i 100mila a settembre. Le scelte dell'opposizione hanno come conseguenza che il provvedimento non riuscira' ad entrare in vigore in tempo per settembre". Cosi' Matteo Renzi, a Porta a Porta, sull'ostruzionismo sulla Buona Scuola. 

"Il presidente del Consiglio ha opportunamente richiamato ad una responsabilita' generale condivisa e ad un realismo a cui dobbiamo, come governo, richiamare il parlamento perche' effettivamente gli emendamenti, anche al Senato, sono tantissimi e i tempi stringono. Per la macchina amministrativa avevo dato una scadenza che era gia' molto, molto generosa: il 15 giugno. Ora, questa data e' stata gia' superata e quindi si tratta di capire qual e' l'atteggiamento delle opposizioni di fronte alla volonta' di andare non solo bene ma anche presto in porto con questo provvedimento". Lo dice il ministro dell'Istruzione Stefania Giannini.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
scuolarenzipdminoranza
in evidenza
Fine dell'Ue, terremoti, siccità... Nostradamus, le profezie 2022

Che cosa accadrà il prossimo anno

Fine dell'Ue, terremoti, siccità...
Nostradamus, le profezie 2022

i più visti
in vetrina
Meteo, inverno sconvolto dalla Niña. Neve in pianura già a dicembre

Meteo, inverno sconvolto dalla Niña. Neve in pianura già a dicembre


casa, immobiliare
motori
Nuova Ford Focus: un accurato restyling aggiorna look e tecnologie

Nuova Ford Focus: un accurato restyling aggiorna look e tecnologie


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.