A- A+
Il Sociale
"Abbracciamoci con le parole": tutti contro il maltrattamento degli anziani

Il 15 giugno è la Giornata contro il Maltrattamento delle Persone Anziane, un tema da sempre delicato, ma che assume un significato decisamente particolare a causa dell'epidemia di Covid-19

La natura stessa della malattia ha fatto sì che proprio tra i nostri nonni, soggetti fragili, ci fossero le conseguenze più pesanti, obbligandoci inoltre a quel “distanziamento sociale” che ci nega la forma più naturale e preziosa per manifestare loro il nostro affetto: abbracci e baci. Però bisogna andare avanti e, come per diversi altri aspetti della socialità altrettanto radicati nelle nostre abitudini, è necessario trovare modi nuovi per fare le cose a cui teniamo.

Da qui la bella idea di fare ricorso alla tecnologia, grazie alla quale stiamo imparando modi nuovi di studiare, lavorare e trascorrere il tempo libero, come veicolo della parola, potentissimo strumento in grado – in base all'uso che se ne fa – tanto di ferire quanto di scaldare il cuore altrui.

Ed è proprio quest'ultimo lo scopo di “Abbracciamoci con le parole”, l'iniziativa lanciata da Korian, leader europeo nei servizi di assistenza e cura, con 44 case di riposo, 110 appartamenti per anziani, 19 centri specializzati nella cura dell'Alzheimer e diversi altri servizi per la terza in occasione della Giornata contro il Maltrattamento delle Persone Anziane

In tutte le strutture Korian il 15 giugno sarà possibile abbracciarsi senza mai sfiorarsi: attraverso la condivisione di messaggi, spille, poster e cartoline sarà possibile donare il proprio abbraccio virtuale alla persona desiderata. Ma l'iniziativa va ben oltre le sedi fisiche dove si curano gli anziani: chiunque può partecipare all'iniziativa attraverso Facebook e gli altri social: sulla pagina Ufficiale del Gruppo Korian si potranno trovare le card realizzate ad hoc per l’iniziativa, ognuna contenente una differente dolce frase, dai veicolare grazie all’hashtag #ParoleComeAbbracci.

Un modo virtuale, ma altrettanto sentito per dire ai propri cari: “Ti voglio bene, avrò cura di te, sei speciale”.

Il potere evocativo delle parole è ben esplicato da Papa Francesco, che anche su questo tema ha indicato una via da percorrere, anche per i non credenti: “Le nonne e i nonni sono la nostra forza e la nostra saggezza. Che il Signore ci dia sempre anziani saggi!”.

Per approfondire il tema e per partecipare all'iniziativa “Abbracciamoci con le parole”, entra nel blog di Korian.

Schermata 2020 06 13 alle 10.30.51
 
Commenti
    Tags:
    abbracciamoci con le parole; maltrattamentoanzianikorian
    in evidenza
    Formazione continua e lavoro Ecco come superare il mismatch

    La visione di Fondo For.Te.

    Formazione continua e lavoro
    Ecco come superare il mismatch

    
    in vetrina
    Grandi Stazioni Retail, allestito a Milano Sensation on Ice

    Grandi Stazioni Retail, allestito a Milano Sensation on Ice


    motori
    Opel: presenta la Astra Collection

    Opel: presenta la Astra Collection

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.