A- A+
Sport
Djokovic, visto cancellato: deve lasciare l'Australia
Novak Djokovic (Lapresse)

Djokovic deve lasciare l'Australia: non è vaccinato, visto cancellato

L'Australia ha cambiato idea, e dopo aver concesso il visto di ingresso nel Paese al primo tennista del mondo, Novak Djokovic, che avrebbe cosi' potuto partecipare agli Australian Open nonostante non sia vaccinato contro il Covid, ha deciso di revocarglielo. I funzionari che lo hanno interrogato per diverse ore in aeroporto al suo arrivo nel Paese, hanno spiegato che il campione serbo "non ha rispettato i requisiti d'ingresso": non potra' dunque partecipare al primo torneo del Grande Slam, in programma a Melbourne a partire dal 17 gennaio prossimo. 

Djokovic "non e' riuscito a fornire prove adeguate"

"Il signor Djokovic non e' riuscito a fornire prove adeguate per soddisfare i requisiti di ingresso in Australia e il suo visto e' stato annullato", ha annunciato l'Australian Border Force in una dichiarazione. "I non cittadini che non hanno un visto d'ingresso valido o il cui visto e' stato cancellato saranno trattenuti ed espulsi dall'Australia", hanno aggiunto le autorita' di frontiera. Djokovic non e' vaccinato contro il Covid-19, che pero' e' obbligatorio per l'ingresso in Australia; ieri aveva annunciato su Instagram di essere in viaggio per Melbourne grazie a una "deroga medica", suscitando polemiche in Australia dove e' stato denunciato questo trattamento privilegiato e ingiusto. "Le forze di frontiera australiane continueranno a garantire che tutti coloro che arrivano al nostro confine rispettino le nostre leggi e i requisiti di ingresso", si legge ancora nel testo della dichiarazione delle autorita' di Sydney. Assieme allo svizzero Roger Federer e allo spagnolo Rafael Badal, Djocovic detiene il record di titoli vinti nel Grande Slam, 20. In particolare, proprio a Melbourne ha vinto ben 9 volte. 

DJOKOVIC, PRESIDENTE SERBO CHIAMA DJOKOVIC, 'TRATTATO MALE, TUTTA LA SERBIA AL TUO FIANCO'

Il presidente serbo Aleksandar Vucic sul suo profili Instagram ha rivelato di aver parlato al telefono con il tennista numero uno al mondo Novak DJOKOVIC, dopo che l'Australia ha cancellato il visto di ingresso al campione. "Ho appena parlato al telefono con Novak, gli ho detto che tutta la Serbia è con lui e che le nostre autorità stanno adottando tutte le misure" per bloccare "al più presto il cattivo trattamento riservato al miglior tennista del mondo", ha spiegato Vucic. 

PREMIER AUSTRALIA, 'VISTO DJOKOVIC CANCELLATO, NESSUNO E' AL DI SOPRA REGOLE'

"Il visto del signor DJOKOVIC è stato cancellato. Le regole sono regole, soprattutto quando si tratta dei nostri confini. Nessuno è al di sopra di queste regole". Lo scrive su twitter il premier australiano Scott Morrison, ricordando che l'Australia "ha uno dei tassi di mortalità più bassi al mondo per Covid, continuiamo a essere vigili". 

Le puntate precedenti

Djokovic, problemi con il visto: bloccato a bordo dell’aereo in Australia

Tennis, Djokovic rischia di non entrare in Australia. "Deroga? Vogliamo prove"

Commenti
    Tags:
    australiaaustralia opendjokovic




    in evidenza
    Chiara Ferragni da Fazio: "Travolta dall'odio social. Con Fedez vera crisi, ma..."

    L'intervista sul Nove

    Chiara Ferragni da Fazio: "Travolta dall'odio social. Con Fedez vera crisi, ma..."

    
    in vetrina
    Chiara Ferragni da Fazio: i meme più divertenti sull'intervista

    Chiara Ferragni da Fazio: i meme più divertenti sull'intervista


    motori
    RAM Trucks & Pol Tarrés: avventure "Boundless"

    RAM Trucks & Pol Tarrés: avventure "Boundless"

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.